Uno spettacolo clownesco per tutti, fatto di tanto umorismo e senza parole. 

Una valanga di pericoli sommerge una coppia di moderni giullari, che in un turbinio di comicità, poesia e slapstick travolgente ci mostrerà come la paura dell’incerto e del caos possa frenare la nostra la vita. Un palloncino e un ago: lo scoppio sembra inesorabile. Lo sarà? Quando la tensione e la paura crescono e sembra non esserci speranza, la Compagnia Due saprà sorprenderci con soluzioni inattese e apparentemente impossibili, che ci faranno tirare un sospiro di sollievo. Forse una risata può scacciare la paura e rendere il cuore più leggero e coraggioso. Teatralità sfacciata, fine comicità, improvvisazione e humor accattivante sono i marchi di fabbrica del duo svizzero composto da Manz e Stöckli, che da decenni fonde abilmente clownerie e teatro.

Progetto Famiglia 
Spettacolo senza parole e per tutte le età

 

Un viaggio interattivo tra forme, colori e ritmi, in cui vige una sola regola: farsi coinvolgere dal gioco. I giovanissimi artisti del Circo all’inCirca invitano gli spettatori a farsi stupire in un crescendo contagioso e disordinato di acrobazie, musica e allegria, ispirato alle opere del celebre scrittore e illustratore francese Hervé Tullet nel 30° anniversario della sua prima pubblicazione. Come i suoi rivoluzionari libri interattivi per l’infanzia stimolavano il piccolo lettore ad agitare, accarezzare, rovesciare e animare, così Circo all’Incirca presenta “uno spettacolo”, che esplora la dimensione immaginativa e trasformativa dell’arte. I circensi giocano in scena tra loro e finiscono per coinvolgere i bambini tra il pubblico: giocare è il primo e più divertente modo per partecipare.

Prima assoluta

Progetto Famiglia
Da 3 anni in su

Uno spazio vuoto, due corpi che lo esplorano. Da un piccolo, elementare movimento della testa, fino alla meccanica complessa di un’acrobazia, due artisti di circo giocano tra loro guidati dall’eterno principio del rimbalzo. Una partitura fisica strettamente intrecciata che mostra la gioia della variazione in ciò che potrebbe sembrare uguale. Cosa significa collaborare veramente? Condividere l’attenzione, sincronizzarsi, praticare la solidarietà stando insieme? Sforzarsi, resistere, realizzare e fallire, mai da soli ma sempre in due: questo è René. Due acrobati della danza che collaborano per far funzionare qualcosa, oltre il caos, che si tratti di sottomettersi abilmente a un sistema impossibile di conteggi, o di abbracciare la corsa verso il traguardo di una meticolosa coreografia. 

Prima nazionale

Una diva della disco anni ‘80 e una queen santificata emergono da una pila di biancheria e invitano il pubblico nel loro bizzarro salotto. Due personaggi innocenti, pelose, sacre, in crisi e con la passione per il drama, nate nell’epoca sbagliata e perse nella loro imperfezione, ci accompagneranno in uno show MTV da sogno, tra il glam e il trash, che porta con sé l’energia della pista da ballo e il fascino di David Bowie. Con il motto Life is a Mistery”, Santa & Glitter ci trasporta in un universo divino attraverso uno spettacolo che unisce corda verticale, trapezio, sospensione capillare e teatro fisico. Il duo della Cia. Bruta Bruja, guidato dalle sue personali divinità della disco anni ‘80, celebra insieme agli spettatori la sua extra-ordinaria visione della realtà. 

Due anziani sono seduti nelle loro vecchie poltrone e guardano assuefatti tutto ciò che la televisione propina loro. Questa scatola rettangolare condiziona a tal punto le abitudini e le convinzioni della coppia da diventare una proiezione delle loro stesse vite, attraverso cui ricordano ciò che è stato e immaginano ciò che sarebbe potuto essere. È solo spegnendo lo schermo e allontanandosi dalla sua narrazione artefatta che il vigore dei sogni tornerà a essere autentico e concreto. Il colore ritorna alle guance, gli occhi riacquistano vitalità, i movimenti si fanno di nuovo agili. Son tutte palle è uno spettacolo teatrale senza parole, con elementi di giocoliera, clownerie e acrobatica, che racconta con ironia e delicatezza gli acciacchi della vecchiaia e gli inganni della televisione.