Mittelfest — Danza

PLI

Viktor Černický

Chiesa di San Francesco
40 minuti
03/09 - 21:30

Di Viktor Černický

Concept / coreografia / performance Viktor Černický

Lighting design Zuzana Režná

Drammaturgia Lukáš Karásek

Realizzazione tecnica Drahomír Stulír

Co-produzione PONEC – dance venue

In collaborazione con PONEC – dance venue (CZ), BuranTeatr Brno (CZ), CNK Záhrada Banská Bystrica (SK), Théâtre De L’arsenal Val-de-Reuil (FR), CIRQUEON Praha (CZ), Alfréd ve dvoře Theatre (CZ), Studio Alta and Festival Bazaar (CZ), Pôtoň Theatre (SK), Festival Kiosk (SK), CSC – Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa (IT)

Con il supporto finanziario del Ministro della Cultura della Repubblica Ceca e della Città di Brno
Photo © Vojtech Brtnicky

PLI riunisce 22 sedie da conferenza, un ritmo ossessivo e un uomo devoto. Su una piccola piattaforma, Viktor Černický si immerge nello sforzo di costruzione, ricostruzione e decostruzione indefinito dell’universo. Lo spettacolo si sviluppa a partire dalla lettura della trilogia di Italo Calvino I nostri antenati, che gioca con il sottile confine tra finzione e realtà, e dell’opera PLY di Gilles Deleuze in cui il filosofo francese descrive l’epoca barocca dal punto di vista di Gottfried Wilhelm Leibniz. Secondo il coreografo, la filosofia di Leibniz riesce a far riflettere sulla complessità e la raffinatezza del mondo usando principi molto semplici, moltiplicandoli e piegandoli in tutti i modi possibili e così tante volte che, alla fine, la Creazione ci appare come un’architettura dal funzionamento sofisticato. Semplicità e complessità convivono dando vita a un assolo intelligente e giocoso, una metafora fisica per le infinite dinamiche umane, in cui pazienza e sforzo trasformano anche gli oggetti più ordinari in incredibili pezzi di architettura. PLI è una performance imprevedibile e umoristica dove la robustezza barocca è sostituita dalla modestia spaziale e dal minimalismo materiale.

Prima Regionale