Mittelfest — Musica

Pizz’n’Zip

Eleonora Savini e Federica Vecchio

Orto delle Orsoline
50 minuti
31/07 - 10:30

In Pizz’n’Zip nulla va come dovrebbe. Mancano gli archi per suonare, i cavi elettrici non funzionano, e il pedale della loop station – un marchingegno capace di riprodurre e registrare suoni – sembra impegnarsi per boicottare lo spettacolo. Riuscirà il duo a terminare il concerto senza fare fiasco? Pizz’n’Zip è impostato come un tipico concerto da camera, ma con toni leggeri, umoristici e clowneschi. Il programma spazia dalla musica classica a quella moderna e contemporanea. Le due performer, oltre a suonare, recitano, cantano e ballano, mostrando come le idee e le intenzioni possano essere espresse chiaramente senza bisogno di aggiungere parole. Un virtuosismo, reso con ironia e leggerezza, che permette a qualsiasi spettatore, ancor più ai bambini, di vivere in prima persona l’immenso mondo di emozioni e sfumature che la musica sa offrire.

Spettacolo per bambini, dai 5 anni in su

Spettacolo acquistabile nel Progetto famiglia

PROGRAMMA MUSICALE

1. Savini/Vecchio, Pizz’n’Zip
2. G. Fauré, Pavane op. 50 (arrangiamento di Eleonora Savini)
3. G. F. Händel, Sonata per violino e Continuo Op.1 No.14, HWV 372, II- Allegro
4. H.I.F von Biber, Sonata Representativa per violino e continuo – Allegro
5. R. Glière, Huit Morceauxop. 39 – Scherzo
6. H.I.F. Von Biber, Sonata Representativa per violino e continuo – Musketeer Marsch
7. J. Brahms, Danza Ungherese n. 6, in re maggiore (arrangiamento di Eleonora Savini)
8. C. Saint Saëns, Danse Macabre op 40 (arrangiamento di Eleonora Savini)
9. G. Kurtág, Signs, Games and Messages, Hommage à John Cage
10. C. M. von Weber, Aufforderung zum Tanz op. 65 (arrangiamento di Eleonora Savini)
11. I. de Ziah, Solace in Darkness
12. Savini/Vecchio, Pizz’n’Zip reprise (arrangiamento di Eleonora Savini e Riccardo Piergiovanni)

Eleonora Savini, violino, movimento e canto
Federica Vecchio, violoncello, movimento e canto
regia Pietro Gaudioso
consulente creativo Dan Tanson
costumi Rosamaria Francucci, Elisabetta Dagostino
scenografia Andrea Sostero
musiche di Fauré, Biber, Glière, Kurtág
manipolazioni di loop station e composizioni istantanee Eleonora Savini e Federica Vecchio
arrangiamenti a cura di Eleonora Savini

produzione Lucerne Festival
Photo © Michele Lanzotti