Mittelfest — Musica

Lasa pur dir/Pusti naj govorijo 

Kovač / Bevilacqua / Volpe Andreazza / Bonadei

Chiesa di San Francesco
60 minuti
26/07 - 19:30

Lo spettacolo nasce come esperienza di confronto e incontro tra due paesi confinanti e amici, Italia e Slovenia, intrecciati da forti legami storici e culturali, con uno sguardo alla vicina Austria, nello spirito di quel “triangolo d’oro” culturale che comprende le esperienze, le vite e la cultura di popoli confinanti. Lasa pur dir/Pusti naj govorijo è un itinerario in musica e parole che evoca i paesaggi, le atmosfere e le culture di tre paesi al centro dell’Europa. Dalla grande liederistica romantica austriaca alla musica strumentale slovena, fino a composizioni di musicisti friulani che hanno omaggiato la propria terra: un percorso che invita lo spettatore a valicare il confine dell’ascolto rendendosi partecipe di immaginari e percezioni emozionali insite nell’inconscio collettivo di genti di confine, che animano questo ampio territorio. La musica e il canto restituiscono in forme e colori impalpabili ed eterei profumi, paesaggi, frammenti ed echi di storie vissute, presenti e passate, vicine e lontane.

Prima assoluta

PROGRAMMA MUSICALE

L’Italia ed il Friuli
Maurice Ravel – da Le tombeau de Couperin, Forlane
Lucijan M. Škerjanc – dai 12 Preludi per pianoforte, Preludio n. 4, 5, 6, 10
Renato De Grandis – dalla Suite friulana il Timavo Segreto, Preludio
Ottorino Respighi – Notturno
François Couperin – dal IV Concert Royale, Forlane (trascrizione per pianoforte) 

Diplomazia culturale, dialogo tra i popoli 
Gioacchino Rossini, Tarantella
Tradizionale friulana, Scjaraciule Maracjule
Franz Schubert, Die Forelle
Nicola Piovani, Beautiful that way
Johannes Brahms, Wiegenlied, op. 49 n. 4
Ludwig van Beethoven, Inno alla Gioia

Slovenia e incroci con l’Italia 
Veter z juga – Il vento dal Sud 
Bodi z mano do konca – Stai con me per sempre 
Tradizionale Istriana in dialetto sloveno e italiano – Biži biži/cori cori
Tradizionale istriana in dialetto sloveno – Oj, mati mam’ca – O, mamma mammina
Tradizionale istriana in dialetto triestino – Senti el martelo che bati le ore

con

Tinkara Kovač flauto e voce

Matteo Bevilacqua pianoforte

Valentina Volpe Andreazza voce

e con Cristina Bonadei testi e voce narrante

co-produzione Musicae – Distretto Culturale del Pianoforte e Mittelfest2022

in collaborazione con Comune di Polcenigo, Comune di Sacile, Concorso Pianistico Internazionale Piano FVG, Music4Diplomacy e Associazione RiMe MuTe