Mittelfest — Musica

Galileo’s Journey – Il viaggio di Galileo

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste

Chiesa di San Francesco
45 minuti
30/08 - 21:30

Di Ivan Fedele

Direttore Marco Angius
Opera multimediale per ensemble, 3 voci femminili, elettronica e visual

Nube di Oort Eris – Nettuno – Urano – Saturno – Giove – Interstellar – Marte – Terra – Venere – Mercurio – Sole

 

Alina Arakelova, soprano

Dragana Paunovity, soprano

Anastasiia Gotovtceva, mezzosoprano

 

Sara Bolner, flauto

Nicola Santamaria, clarinetto

Alberto Forti, clarinetto basso

Nikola Cvetković, fagotto

Nikola Radić, corno

Jelena Trifunović, tromba

Riccardo Pitacco, trombone

 

Snežana Aćimović, violino I

Uendi Reka, violino II

Sara Zoto, viola 

Kézia Andrejcsik, cello

Chia Sultan Ahmed Ahmed, contrabbasso

 

Maria Iaiza, pianoforte

Lorenzo Ritacco, tastiera midi

Vito Mužević, percussioni

 

Andrew Quinn, video

Francesco Gulic, elettronica

 

II cast

Jozefa Haffner, soprano

Giulia Diomede, soprano

Sofija Stajić, corno

Annamarija Danilović, tromba

Marija Đordević, flauto

Goran Biro, percussioni

Michelangelo D’Adamo, pianoforte

Sumadi-Sharana Oyunchuluun, tastiera midi

 

Conservatori “G.Tartini” Trieste e “B.Marcello” Venezia, University of Arts in Belgrade -Faculty of Music, University of Novi Sad – Academy of Arts

 

Opera commissionata da Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste
Evento di cooperazione culturale tra Italia e Serbia

Un omaggio a Galileo Galilei, un’opera multimediale sul Cosmo e l’Astronomia, disciplina che ne indaga le leggi e i segreti. Il Viaggio di Galileo immagina come lo scienziato pisano avrebbe potuto scrutare il cielo attraverso l’uso della moderna tecnologia scientifica: il telescopio ottico La Specola Margherita Hack dell’Osservatorio astronomico di Trieste. Stralci di alcuni testi scientifici e poetici di Galileo Galilei, cantati da 3 voci femminili (2 soprani e 1 mezzosoprano), si contrappuntano a immagini sonore che, di volta in volta, sviluppano il suono delle orbite dei pianeti del nostro Sistema Solare così come la NASA li ha registrati attraverso sofisticati sistemi di rilevazione.

Prima Assoluta