MITTELFEST: GLI APPUNTAMENTI DI LUNEDI' 15 LUGLIO

[:it]SARA' LA POESIA DI VIRGILIO GIOTTI AD APRIRE GLI APPUNTAMENTI DI LUNEDI' 15 LUGLIO PER QUESTA 22.MA EDIZIONE DI MITTELFEST, IL FESTIVAL DELLA MITTELEUROPA DIRETTO DA ANTONIO DEVETAG.[:en]SARA' LA POESIA DI VIRGILIO GIOTTI AD APRIRE GLI APPUNTAMENTI DI LUNEDI' 15 LUGLIO PER QUESTA 22.MA EDIZIONE DI MITTELFEST, IL FESTIVAL DELLA MITTELEUROPA DIRETTO DA ANTONIO DEVETAG.[:][:it] OGGI ALLE 18 NELLA CHIESA SANTA MARIA DEI BATTUTI “I COLORI DELLA SERA – DIE FARBEN DES ABENDS”.

LE ATMOSFERE VIENNESI DI FINE OTTOCENTO SARANNO RIEVOCATE NELLO SPETTACOLO DEDICATO AL RE DELL'OPERETTA FRANZ VON SUPPE' NELLA COMMEDIA “UN CALICETTO CON SUPPE'” ALLE 20 NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO CON MAURIZIO SOLDA'.

E POI MUSICA E DANZE UNGHERESI IN PIAZZA DUOMO ALLE 22 CON “CSÁRDÁS! - IL TANGO DELL'EST” REGIA DI ZOLTÁN ZSURÁFSKY E LA HONVÉD DANCE THEATER AND ORCHESTRA IN PRIMA NAZIONALE.

Tutta dedicata alla Mitteleuropa la giornata di lunedì 15 luglio alla 22.ma edizione di Mittelfest, il festival della Mitteleuropa diretto da Antonio Devetag.

A partire dalle poesie di Virgilio Giotti in dialetto triestino, genialmente reinventato il linguaggio di poesia come lo ha definito Claudio Magris e in tedesco. Ne i “Colori della  sera – die farben des abendes” recital letterario di Massimiliano Borghesi e Gerhard Lehner, drammaturgia di Luigi Reitani in quattro tempi scandito da brevi momenti musicali tratti dalle sinfonie di Gustav Mahler alle 18 nella Chiesa Santa Maria dei Battuti. Giotti è stato uno dei maggiori poeti della Mitteleuropa dei primi anni del secolo scorso, di padre boemo e madre veneta, la sua è una poesia lirico minimalista del crepuscolo. Un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature straniere dell'Università degli studi di Udine a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani.

Saranno le atmosfere viennesi di fine Ottocento a fare da sfondo alla commedia teatrale con musiche d'operetta “Un calicetto con Suppè” sulle arie del re dell'operetta Franz von Suppè, accompagnate anche dai classici di Johann Strauss e Gaetano Donizzetti. Alle 20 nella Chiesa di San Francesco con con Maurizio Soldà, il tenore Andrea Binetti, la soprano Marianna  Prizzon al pianoforte Antonella Costantini e voce narrante Rossana Poletti, una produzione Associazione Internazionale dell’Operetta Friuli Venezia Giulia. Un oste e una cameriera servono gli avventori di una affollata osteria. L’oste ha visto passare generazioni di artisti, compositori, pittori nel suo locale, ne conosce i vizi e le virtù, ed è sempre pronto a raccontare aneddoti e storie, pettegolezzi, ma anche ad ascoltare le belle voci che ogni tanto emergono dal grande calderone dei senza possibilità. Tra i clienti c’è un musicista di belle speranze e pochi quattrini.

E per finire la classica ciarda il famoso tango dell'Est. Si racconta che ogni ogni piccolo villaggio della pianura pannonica esiste la táncház, l’edificio riservato ai balli. Dalle 22 piazza Duomo sarà animata dalle musiche dai ritmi lenti e poi incalzanti con lo spettacolo in prima nazionale “Csárdás! Il tango dell'Est” coreografia e regia Zoltán Zsuráfszky e la Honvéd Dance Theater and Orchestra.

Proseguono intanto a Cividale anche gli incontri pubblici con i protagonisti, domani, lunedì 15 luglio alle 12.00 al Caffè San Marco presentazione dello spettacolo Salome Renaissance con la partecipazione dell’ideatore e regista Marco Maria Tosolini. Presenti anche le protagoniste dell’atteso poemetto-concerto

Tutto il programma e biglietteria on line su www.mittelfest.org

Aperte le biglietterie a Cividale del Friuli in Borgo di Ponte, a Udine presso la biglietteria del Teatro Giovanni da Udine e al Ticket point di Trieste[:en]

OGGI ALLE 18 NELLA CHIESA SANTA MARIA DEI BATTUTI “I COLORI DELLA SERA – DIE FARBEN DES ABENDS”.

LE ATMOSFERE VIENNESI DI FINE OTTOCENTO SARANNO RIEVOCATE NELLO SPETTACOLO DEDICATO AL RE DELL'OPERETTA FRANZ VON SUPPE' NELLA COMMEDIA “UN CALICETTO CON SUPPE'” ALLE 20 NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO CON MAURIZIO SOLDA'.

E POI MUSICA E DANZE UNGHERESI IN PIAZZA DUOMO ALLE 22 CON “CSÁRDÁS! - IL TANGO DELL'EST” REGIA DI ZOLTÁN ZSURÁFSKY E LA HONVÉD DANCE THEATER AND ORCHESTRA IN PRIMA NAZIONALE.

Tutta dedicata alla Mitteleuropa la giornata di lunedì 15 luglio alla 22.ma edizione di Mittelfest, il festival della Mitteleuropa diretto da Antonio Devetag.

A partire dalle poesie di Virgilio Giotti in dialetto triestino, genialmente reinventato il linguaggio di poesia come lo ha definito Claudio Magris e in tedesco. Ne i “Colori della  sera – die farben des abendes” recital letterario di Massimiliano Borghesi e Gerhard Lehner, drammaturgia di Luigi Reitani in quattro tempi scandito da brevi momenti musicali tratti dalle sinfonie di Gustav Mahler alle 18 nella Chiesa Santa Maria dei Battuti. Giotti è stato uno dei maggiori poeti della Mitteleuropa dei primi anni del secolo scorso, di padre boemo e madre veneta, la sua è una poesia lirico minimalista del crepuscolo. Un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature straniere dell'Università degli studi di Udine a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani.

Saranno le atmosfere viennesi di fine Ottocento a fare da sfondo alla commedia teatrale con musiche d'operetta “Un calicetto con Suppè” sulle arie del re dell'operetta Franz von Suppè, accompagnate anche dai classici di Johann Strauss e Gaetano Donizzetti. Alle 20 nella Chiesa di San Francesco con con Maurizio Soldà, il tenore Andrea Binetti, la soprano Marianna  Prizzon al pianoforte Antonella Costantini e voce narrante Rossana Poletti, una produzione Associazione Internazionale dell’Operetta Friuli Venezia Giulia. Un oste e una cameriera servono gli avventori di una affollata osteria. L’oste ha visto passare generazioni di artisti, compositori, pittori nel suo locale, ne conosce i vizi e le virtù, ed è sempre pronto a raccontare aneddoti e storie, pettegolezzi, ma anche ad ascoltare le belle voci che ogni tanto emergono dal grande calderone dei senza possibilità. Tra i clienti c’è un musicista di belle speranze e pochi quattrini.

E per finire la classica ciarda il famoso tango dell'Est. Si racconta che ogni ogni piccolo villaggio della pianura pannonica esiste la táncház, l’edificio riservato ai balli. Dalle 22 piazza Duomo sarà animata dalle musiche dai ritmi lenti e poi incalzanti con lo spettacolo in prima nazionale “Csárdás! Il tango dell'Est” coreografia e regia Zoltán Zsuráfszky e la Honvéd Dance Theater and Orchestra.

Proseguono intanto a Cividale anche gli incontri pubblici con i protagonisti, domani, lunedì 15 luglio alle 12.00 al Caffè San Marco presentazione dello spettacolo Salome Renaissance con la partecipazione dell’ideatore e regista Marco Maria Tosolini. Presenti anche le protagoniste dell’atteso poemetto-concerto

Tutto il programma e biglietteria on line su www.mittelfest.org

Aperte le biglietterie a Cividale del Friuli in Borgo di Ponte, a Udine presso la biglietteria del Teatro Giovanni da Udine e al Ticket point di Trieste[:]

Scarica il comunicato