MITTELFEST- comunicato VENERDI' 19 LUGLIO

[:it]ANCORA RICCO IL PROGRAMMA DI VENERDI' 19 LUGLIO A MITTELFEST: I TANTI CONCERTI DEI CONSERVATORI DI MUSICA DELLA REGIONE SI INTRECCERANNO A SPETTACOLI DI PROSA E DANZA SI INIZIA ALLE 18 NELLA CHIESA DI SANTA MARIA IN CORTE CON “VECCHIO E NUOVO CONTINENTE” QUARTETTO TETRACHORD DEL CONSERVATORIO “TARTINI. UN OMAGGIO ALLA GRANDE DIVA DI HOLLYWOOD E' LO SPETTACOLO DI CINZIA SPANÒ “MARYLIN MON... AMOUR” (ORE 18 CHIESA DI SANTA MARIA DEI BATTUTI). LE POLIFONIE CROATE RISUONERANNO NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO ALLE 19 NEL CONCERTO SOLITISTICO PER DUE CHITARRE DI DARKO JURKOVIĆ. APPUNTAMENTO IN PIAZZA DUOMO ALLE 20.00 ANCORA CON LA MUSICA, PROTAGONISTA LA “BIG TARTINI BAND”, DIRETTA DA KLAUS GESING. LA SERATA PROSEGUE A CIVIDALE NEL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO ALLE 22.30 DELLO SPETTACOLO DANZA “INNESTI _IL CORPO TECNICO” COREOGRAFIE E REGIA DI MARTA BEVILACQUA. IL CINEMA E LA MUSICA CHIUDERANNO QUESTA INTENSA GIORNATA: AL CASTELLO CANUSSIO IL FILM “BERLIN, DIE SYMPHONIE DER GROßSTADT” ACCOMPAGNATO, IN PRIMA ASSOLUTA, DALLE SONORIZZAZIONI DEL CIVIDALESE RENATO RINALDI. IL JAZZ DI HORACE SILVER SARA' IL TEMA CONDUTTORE DEL CONCERTO ALLE 23 ALLA CORTE SAN FRANCESCO CON “THE QUICKSILVER” DEI MUSICISTI DEL CONSERVATORIO “TARTINI

PER LA PRIMA VOLTA, INOLTRE, MITTELFEST APPRODA A CORMÒNS AL TEATRO COMUNALE ALLE 20.45 ANDRA' IN SCENA “KAFKA PROJECT” NUOVO LAVORO DEL DRAMMA ITALIANO DI FIUME

.

 

Sarà la musica a fare da filo conduttore venerdì 19 luglio a Mittelfest: il festival della Mitteleuropa diretto da Antonio Devetag con diversi appuntamenti musicali disseminati lungo i luoghi meno conosciuti di Cividale. Tra i numerosi appuntamenti musicali, ampio spazio ai Conservatori regionali presenti quest’anno al festival nel percorso INNOVATORI CONSERVATORI. Si inizia alle 18 con il Conservatorio di Musica “Tartini” di Trieste nella Chiesa di Santa Maria in Corte con Tetrachord un giovane ma promettente quartetto d'archi che si esibirà su musiche che spaziano tra il “Nuovo e il Vecchio Continente” dalle composizioni del danese Carl Nielsen e dell’elveticoamericano Sviatoslav Soulima Stravinsky (il figlio di Igor), al più celebre dei brani di Samuel Barber.

Sono passati più di cinquant'anni dalla sua morte ma Marylin Monroe rimane sempre un mito nell'immaginario collettivo e per questo il Festival dedica alla diva di Hollywood uno spettacolo che racconta però il suo lato più oscuro con “Marylin mon...amour” (18 Chiesa di Santa Maria dei Battuti)è uno spettacolo tutto al femminile: da un’idea di Silvia Giulia Mendola nasce questo testo originale di Cinzia Spanò; sul palco la stessa Mendola con la danzatrice Lara Guidetti. La regia è di Chiara Petruzzelli

La musica del two hand tapping sarà proposta nel concerto dell'acrobatico musicista croato Darko Jurković con le sue “Polifonie croate” alla Chiesa di San Francesco alle 19 e poi ancora musica alle 20 nella cornice di piazza Duomo con “The big Tartini band” del Conservatorio triestino diretta da Klaus Gesing che farà rivivere le atmosfere jazz tipiche degli anni Quaranta. A Cividale si prosegue poi con la danza e lo spettacolo “Innesti_il corpo tecnico” (ore 22.30 Chiostro di San Francesco), uno spettacolo su coreografie e regia di Marta Bevilacqua prodotto da Arearea. La musica sarà l'ideale accompagnamento per il film muto “Berlin, Die Symphonie Der Groβstadt” con la sonorizzazione originale, in prima assoluta, del musicista cividalese Renato Rinaldi. E ancora musica per chiudere questa giornata densa di appuntamenti nella Corte di San Francesco alle 23 con un omaggio ai grandi del jazz americano degli anni Sessanta con il concerto “The Quicksilvers” dei giovani del Conservatorio triestino.

E per la prima volta quest’anno il Festival della Mitteleuropa sbarca a Cormòns: alle 20.45 al Teatro Comunale un intenso spettacolo di teatro-.danza dedicato alle frontiere reali e virtuali ispirate ad uno dei grandi narratori del Novecento. In “Kafka Project”, nuova produzione del Dramma italiano di Fiume, l’attrice-mimo di origine olandese Karina Holla si ispira alla narrativa dello scrittore praghese per restituire col movimento il senso del confine fuori e dentro di noi.[:en]ANCORA RICCO IL PROGRAMMA DI VENERDI' 19 LUGLIO A MITTELFEST: I TANTI CONCERTI DEI CONSERVATORI DI MUSICA DELLA REGIONE SI INTRECCERANNO A SPETTACOLI DI PROSA E DANZA

SI INIZIA ALLE 18 NELLA CHIESA DI SANTA MARIA IN CORTE CON “VECCHIO E NUOVO CONTINENTE” QUARTETTO TETRACHORD DEL CONSERVATORIO “TARTINI. UN OMAGGIO ALLA GRANDE DIVA DI HOLLYWOOD E' LO SPETTACOLO DI CINZIA SPANÒ “MARYLIN MON... AMOUR” (ORE 18 CHIESA DI SANTA MARIA DEI BATTUTI). LE POLIFONIE CROATE RISUONERANNO NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO ALLE 19 NEL CONCERTO SOLITISTICO PER DUE CHITARRE DI DARKO JURKOVIĆ. APPUNTAMENTO IN PIAZZA DUOMO ALLE 20.00 ANCORA CON LA MUSICA, PROTAGONISTA LA “BIG TARTINI BAND”, DIRETTA DA KLAUS GESING. LA SERATA PROSEGUE A CIVIDALE NEL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO ALLE 22.30 DELLO SPETTACOLO DANZA “INNESTI _IL CORPO TECNICO” COREOGRAFIE E REGIA DI MARTA BEVILACQUA. IL CINEMA E LA MUSICA CHIUDERANNO QUESTA INTENSA GIORNATA: AL CASTELLO CANUSSIO IL FILM “BERLIN, DIE SYMPHONIE DER GROßSTADT” ACCOMPAGNATO, IN PRIMA ASSOLUTA, DALLE SONORIZZAZIONI DEL CIVIDALESE RENATO RINALDI. IL JAZZ DI HORACE SILVER SARA' IL TEMA CONDUTTORE DEL CONCERTO ALLE 23 ALLA CORTE SAN FRANCESCO CON “THE QUICKSILVER” DEI MUSICISTI DEL CONSERVATORIO “TARTINI

 

PER LA PRIMA VOLTA, INOLTRE, MITTELFEST APPRODA A CORMÒNS AL TEATRO COMUNALE ALLE 20.45 ANDRA' IN SCENA “KAFKA PROJECT” NUOVO LAVORO DEL DRAMMA ITALIANO DI FIUME

.

 

Sarà la musica a fare da filo conduttore venerdì 19 luglio a Mittelfest: il festival della Mitteleuropa diretto da Antonio Devetag con diversi appuntamenti musicali disseminati lungo i luoghi meno conosciuti di Cividale. Tra i numerosi appuntamenti musicali, ampio spazio ai Conservatori regionali presenti quest’anno al festival nel percorso INNOVATORI CONSERVATORI. Si inizia alle 18 con il Conservatorio di Musica “Tartini” di Trieste nella Chiesa di Santa Maria in Corte con Tetrachord un giovane ma promettente quartetto d'archi che si esibirà su musiche che spaziano tra il “Nuovo e il Vecchio Continente” dalle composizioni del danese Carl Nielsen e dell’elveticoamericano Sviatoslav Soulima Stravinsky (il figlio di Igor), al più celebre dei brani di Samuel Barber.

Sono passati più di cinquant'anni dalla sua morte ma Marylin Monroe rimane sempre un mito nell'immaginario collettivo e per questo il Festival dedica alla diva di Hollywood uno spettacolo che racconta però il suo lato più oscuro con “Marylin mon...amour” (18 Chiesa di Santa Maria dei Battuti)è uno spettacolo tutto al femminile: da un’idea di Silvia Giulia Mendola nasce questo testo originale di Cinzia Spanò; sul palco la stessa Mendola con la danzatrice Lara Guidetti. La regia è di Chiara Petruzzelli

La musica del two hand tapping sarà proposta nel concerto dell'acrobatico musicista croato Darko Jurković con le sue “Polifonie croate” alla Chiesa di San Francesco alle 19 e poi ancora musica alle 20 nella cornice di piazza Duomo con “The big Tartini band” del Conservatorio triestino diretta da Klaus Gesing che farà rivivere le atmosfere jazz tipiche degli anni Quaranta. A Cividale si prosegue poi con la danza e lo spettacolo “Innesti_il corpo tecnico” (ore 22.30 Chiostro di San Francesco), uno spettacolo su coreografie e regia di Marta Bevilacqua prodotto da Arearea. La musica sarà l'ideale accompagnamento per il film muto “Berlin, Die Symphonie Der Groβstadt” con la sonorizzazione originale, in prima assoluta, del musicista cividalese Renato Rinaldi. E ancora musica per chiudere questa giornata densa di appuntamenti nella Corte di San Francesco alle 23 con un omaggio ai grandi del jazz americano degli anni Sessanta con il concerto “The Quicksilvers” dei giovani del Conservatorio triestino.

 

E per la prima volta quest’anno il Festival della Mitteleuropa sbarca a Cormòns: alle 20.45 al Teatro Comunale un intenso spettacolo di teatro-.danza dedicato alle frontiere reali e virtuali ispirate ad uno dei grandi narratori del Novecento. In “Kafka Project”, nuova produzione del Dramma italiano di Fiume, l’attrice-mimo di origine olandese Karina Holla si ispira alla narrativa dello scrittore praghese per restituire col movimento il senso del confine fuori e dentro di noi.[:]

Scarica il comunicato