Haris Pašović è il nuovo direttore artistico di Mittelfest per il triennio 2018 – 2020..Haris Pašović is the new artistic director of Mittelfest for the three year period 2018 - 2020

....

IL PRESIDENTE DI MITTELFEST FEDERICO ROSSI E L’ASSESSORE REGIONALE ALLA CULTURA GIANNI TORRENTI ANNUNCIANO L’AFFIDAMENTO DELL’INCARICO PER IL PROSSIMO TRIENNIO AL NUOVO DIRETTORE, IL PLURIPREMIATO REGISTA TEATRALE DI SARAJEVO HARIS PAŠOVIĆ, NOTO PER AVER DIRETTO SPETTACOLI IN TUTTO IL MONDO E PARTECIPATO AI PRINCIPALI FESTIVAL INTERNAZIONALI (TRA GLI ALTRI EDINBURGH INTERNATIONAL FESTIVAL, FESTIVAL D’AVIGNON, UK CITY OF CULTURE, NAPOLI TEATRO FESTIVAL, NATIONAL ARTS FESTIVAL OF SOUTH AFRICA, SINGAPORE ARTS FESTIVAL, …).

A seguito della decisione dello scorso ottobre di lanciare una selezione pubblica per la scelta del nuovo direttore/direttrice di Mittelfest, il Presidente del festival cividalese Federico Rossi - che nello scorso mese di marzo l’Assemblea dei Soci ha riconfermato nel suo incarico - e l’Assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti hanno presentato nella serata di martedì al Consiglio di Amministrazione il nominativo del nuovo direttore artistico di Mittelfest per il prossimo triennio. Ai candidati si richiedeva, oltre alla consolidata esperienza nel campo dell’organizzazione di rappresentazioni artistiche e la direzione artistica di eventi ad indirizzo teatrale, musicale, coreutico, una particolare conoscenza della cultura dell'area mitteleuropea e balcanica. Si richiedevano, inoltre, idee progettuali capaci di integrare il progetto multidisciplinare dello spettacolo dal vivo con percorsi internazionali di dibattito e di riflessione sull'Europa. Con particolare soddisfazione è stato quindi indicato il nominativo di una vera e propria personalità internazionale nel campo del teatro e dello spettacolo da vivo, quello del pluripremiato regista teatrale di Sarajevo Haris Pašović. Oltre ad aver diretto numerosi spettacoli, Pašović ha partecipato negli anni ai principali festival programmati in tutto il mondo tra cui l’Edinburgh International Festival, il Festival d’Avignon, l’UK City of Culture, il Napoli Teatro Festival, il National Arts Festival of South Africa, il Singapore Arts Festival e molti altri. La sua produzione del “Risveglio di Primavera” di Frank Wedekind è considerata una pietra miliare nel teatro della ex Jugoslavia. Durante l’assedio di Sarajevo produsse un leggendario “Aspettando Godot” di Samuel Beckett diretto da Susan Sontag e fondò il Sarajevo Film Festival, oltre a rifondare e dirigere il MESS International Theatre Festival di Sarajevo. La sua opera d’arte visiva “Sarajevo Red Line” (la linea rossa di Sarajevo), un’installazione lunga 825 m nel centro di Sarajevo apparse sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo nel 2012. È direttore artistico del East West Centre di Sarajevo.

Grande la soddisfazione espressa dal Presidente di Mittelfest Federico Rossi e dall’Assessore regionale Gianni Torrenti che insieme hanno commentato “abbiamo abbracciato con entusiasmo la scelta di riportare di nuovo a Cividale dopo 25 anni una direzione internazionale”. “La straordinaria figura di intellettuale e artista europeo di Haris Pašović apre per Mittelfest una nuova, avvincente avventura”. “Nell’avviso di selezione per la presentazione di candidature venivano richieste in maniera primaria competenze di rilevante interesse internazionale, con una progettualità rivolta all’Europa e particolarmente all’area mitteleuropea e balcanica, condizione che è nel dna del festival. Ci siamo convinti a fare questo passo importante in considerazione del contesto multietnico di riferimento di Pašović, del suo eccellente curriculum artistico, dei progetti di prima qualità che ha diretto in ambito europeo e dell’impegno civile che ha sempre contraddistinto il suo lavoro”. “Questo uomo di cultura, bosniaco di Sarajevo, costituisce per noi una risorsa preziosa, grazie alla quale potremo lanciare il Mittelfest nell’orbita europea. Inoltre, considerata la sua grande attenzione e sensibilità nei confronti dei valori e delle identità culturali e linguistiche delle comunità locali, siamo certi che saprà anche innescare nuovi percorsi di crescita del nostro territorio”. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato all’unanimità la scelta del Direttore artistico Haris Pašović che sarà in regione nel corso della prossima settimana per incontrare la città, i collaboratori e la stampa.

Haris Pašović è un regista teatrale pluripremiato. Ha diretto numerosi spettacoli e partecipato a diversi festival in tutto il mondo tra cui: Edinburgh International Festival, Festival d’Avignon, UK City of Culture, Napoli Teatro Festival, National Arts Festival of South Africa, Singapore Arts Festival e molti altri. La sua produzione del “Risveglio di Primavera” di Frank Wedekind è considerata una pietra miliare nel teatro della ex Jugoslavia. Durante l’assedio di Sarajevo produsse un leggendario “Aspettando Godot” di Samuel Beckett diretto da Susan Sontag e fondò il Sarajevo Film Festival. Rifondò e diresse il MESS International Theatre Festival di Sarajevo. La sua opera d’arte visiva “Sarajevo Red Line” (la linea rossa di Sarajevo), un’installazione lunga 825 m nel centro di Sarajevo apparse sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo nel 2012. Ha diretto spettacoli imponenti quali “Romeo e Giulietta” (Sarajevo), “La conquista della felicità” (Derry/Londonderry) e “A Century of Peace after a Century of Wars” (Un secolo di pace dopo un secolo di guerre) (Sarajevo) con centinaia di partecipanti e veicoli, musica dal vivo e proiezioni video, cui hanno assistito migliaia di spettatori. È direttore artistico del East West Centre di Sarajevo.

Pašović ha ricevuto numerosi premi tra cui: Miglior Regista al BITEF Belgrade International Theatre Festival, Miglior Regista Jugoslavo, Premio UCHIMURA, Miglior Regista al MESS International Theatre Festival di Sarajevo; Miglior Regista al Festival dei Teatri Bosniaci, ecc. Molti riconoscimenti sono stati assegnati anche ai suoi spettacoli, nonché ad attori e artisti che hanno lavorato con Pašović.

Pašović è cofondatore del Dipartimento di Regia dell’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Sarajevo. Molti suoi studenti sono oggi registi acclamati della scena internazionale. È professore ordinario all’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Sarajevo e alla IEDC Bled School of Management in Slovenia dove insegna Arte e Leadership. È visiting professor all’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Novi Sad, Serbia. La sua istruzione include l’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Novi Sad, Serbia, la borsa Fulbright, USA (University of Hawaii, Honolulu, New York University e University of Wisconsin, Madison), la UNESCO High Levels for Directors, il Festival d’Avignon, Francia, e altri percorsi di formazione professionale quali una borsa di studio presso il Nordisk Theatre Institute, Danimarca.

Pašović tiene workshop e masterclass per registi e attori, e letture pubbliche (University of Malta, Tyrone Guthrie Centre, Irlanda, National Theatre of Scotland/Edinburgh International Festival, Queens University, Belfast, Drama Centre Singapore, Shanghai Dramatic Arts Centre, ecc.). Scrive saggi e testi teatrali. Pašović è anche relatore di spicco a conferenze internazionali quali l’Edinburgh International Summit al Parlamento Scozzese, il Central European Forum, Bratislava, Slovacchia, il Silk Road Forum al Shanghai China International Arts Festival, il St. Petersburg International Cultural Forum, Russia, la Lincoln Centre Global Initiative, New York, il Symi Symposium, Grecia, ecc. È stato membro della giuria in occasione del Premio per i migliori Festival Europei nel 2017 – Premio EFFE, Europe for Festivals, Festivals for Europe, assegnato dall’Associazione Europea dei Festival.

..

Haris Pašović is a multiple awarded international theatre director. He has directed a number of shows and participated in many festivals worldwide including Edinburgh International Festival; Festival d’Avignon, France; UK City of Culture; Napoli Teatro Festival Italia; National Arts Festival of South Africa; Singapore Arts Festival and many others. His production of Frank Wedekind’s “Spring’s Awakening” is considered a landmark in the theatre of the former Yugoslavia. During the Siege of Sarajevo he produced a legendary “Waiting for Godot” by Samuel Beckett directed by Susan Sontag and he established the Sarajevo Film Festival. He re-established and directed International theatre festival MES Sarajevo. His visual artwork “Sarajevo Red Line”, an 825 m long installation in the centre of Sarajevo made the headlines around the world in 2012. He’s directed some massive spectacles like “Romeo and Juliet” (Sarajevo); “Conquest of Happiness” (Derry/Londonderry) and “A Century of Peace after the Century of the Wars” (Sarajevo) involving hundreds of participants as well as a number of vehicles; live music and video-projections and viewed by thousands of audiences. He is an artistic director of the East West Centre Sarajevo.

Pašović has received many awards including Best Director at BITEF Belgrade International Theatre Festival; Best Yugoslav Director, UCHIMURA Prize, Best Director at the MES International Theatre Festival, Sarajevo; Best Director at the Festival of Bosnian Theatres, etc. His shows as well as the actors and other artists working with Pašović have received numerous awards as well.

Pašović is a co-founder of the Directing Department at the Performing Arts Academy Sarajevo. Several of his students are today internationally acclaimed film directors. He is a tenure professor of the Performing Arts Academy in Sarajevo and the IEDC Bled School of Management, Slovenia, where he teaches the subject Arts and Leadership. He is a visiting professor at the Academy of Arts in Novi Sad, Serbia. His education includes the Academy of Performing Arts in Novi Sad, former Yugoslavia; the Fulbright Scholarship in the USA (University of Hawaii, Honolulu, New York University and the University of Wisconsin, Madison); the UNESCO High Levels for Directors, Festival d’Avignon, France; and other professional trainings such as the Scholarship at the Nordisk Theatre Institute, Denmark.

Pašović gives the workshops and master-classes for directors and actors, as well as public lectures (University of Malta; Tyrone Guthrie Centre, Republic of Ireland; National Theatre of Scotland/Edinburgh International Festival; Queens University, Belfast; Drama Centre Singapore; Shanghai Dramatic Arts Centre, etc.). Pašović writes the essays and plays. Pašović is also a prominent speaker at the international conferences such as the Edinburgh International Summit at the Scottish Parliament, UK; Central European Forum, Bratislava, Slovakia; Silk Road Forum at the China Shanghai International Arts Festival; St Petersburg International Cultural Forum, Russia; Lincoln Centre Global Initiative, New York; Symi Symposium, Greece, etc. He was a Jury Member for the award for the best European Festivals in 2017 – EFFE Award, Europe for Festivals, Festivals for Europe; given by European Festival Association.[:de]Haris Pašović is a multiple awarded international theatre director. He has directed a number of shows and participated in many festivals worldwide including Edinburgh International Festival; Festival d’Avignon, France; UK City of Culture; Napoli Teatro Festival Italia; National Arts Festival of South Africa; Singapore Arts Festival and many others. His production of Frank Wedekind’s “Spring’s Awakening” is considered a landmark in the theatre of the former Yugoslavia. During the Siege of Sarajevo he produced a legendary “Waiting for Godot” by Samuel Beckett directed by Susan Sontag and he established the Sarajevo Film Festival. He re-established and directed International theatre festival MES Sarajevo. His visual artwork “Sarajevo Red Line”, an 825 m long installation in the centre of Sarajevo made the headlines around the world in 2012. He’s directed some massive spectacles like “Romeo and Juliet” (Sarajevo); “Conquest of Happiness” (Derry/Londonderry) and “A Century of Peace after the Century of the Wars” (Sarajevo) involving hundreds of participants as well as a number of vehicles; live music and video-projections and viewed by thousands of audiences. He is an artistic director of the East West Centre Sarajevo.

Pašović has received many awards including Best Director at BITEF Belgrade International Theatre Festival; Best Yugoslav Director, UCHIMURA Prize, Best Director at the MES International Theatre Festival, Sarajevo; Best Director at the Festival of Bosnian Theatres, etc. His shows as well as the actors and other artists working with Pašović have received numerous awards as well.

Pašović is a co-founder of the Directing Department at the Performing Arts Academy Sarajevo. Several of his students are today internationally acclaimed film directors. He is a tenure professor of the Performing Arts Academy in Sarajevo and the IEDC Bled School of Management, Slovenia, where he teaches the subject Arts and Leadership. He is a visiting professor at the Academy of Arts in Novi Sad, Serbia. His education includes the Academy of Performing Arts in Novi Sad, former Yugoslavia; the Fulbright Scholarship in the USA (University of Hawaii, Honolulu, New York University and the University of Wisconsin, Madison); the UNESCO High Levels for Directors, Festival d’Avignon, France; and other professional trainings such as the Scholarship at the Nordisk Theatre Institute, Denmark.

Pašović gives the workshops and master-classes for directors and actors, as well as public lectures (University of Malta; Tyrone Guthrie Centre, Republic of Ireland; National Theatre of Scotland/Edinburgh International Festival; Queens University, Belfast; Drama Centre Singapore; Shanghai Dramatic Arts Centre, etc.). Pašović writes the essays and plays. Pašović is also a prominent speaker at the international conferences such as the Edinburgh International Summit at the Scottish Parliament, UK; Central European Forum, Bratislava, Slovakia; Silk Road Forum at the China Shanghai International Arts Festival; St Petersburg International Cultural Forum, Russia; Lincoln Centre Global Initiative, New York; Symi Symposium, Greece, etc. He was a Jury Member for the award for the best European Festivals in 2017 – EFFE Award, Europe for Festivals, Festivals for Europe; given by European Festival Association.

IL PRESIDENTE DI MITTELFEST FEDERICO ROSSI E L’ASSESSORE REGIONALE ALLA CULTURA GIANNI TORRENTI ANNUNCIANO L’AFFIDAMENTO DELL’INCARICO PER IL PROSSIMO TRIENNIO AL NUOVO DIRETTORE, IL PLURIPREMIATO REGISTA TEATRALE DI SARAJEVO HARIS PAŠOVIĆ, NOTO PER AVER DIRETTO SPETTACOLI IN TUTTO IL MONDO E PARTECIPATO AI PRINCIPALI FESTIVAL INTERNAZIONALI (TRA GLI ALTRI EDINBURGH INTERNATIONAL FESTIVAL, FESTIVAL D’AVIGNON, UK CITY OF CULTURE, NAPOLI TEATRO FESTIVAL, NATIONAL ARTS FESTIVAL OF SOUTH AFRICA, SINGAPORE ARTS FESTIVAL, …).

A seguito della decisione dello scorso ottobre di lanciare una selezione pubblica per la scelta del nuovo direttore/direttrice di Mittelfest, il Presidente del festival cividalese Federico Rossi - che nello scorso mese di marzo l’Assemblea dei Soci ha riconfermato nel suo incarico - e l’Assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti hanno presentato nella serata di martedì al Consiglio di Amministrazione il nominativo del nuovo direttore artistico di Mittelfest per il prossimo triennio. Ai candidati si richiedeva, oltre alla consolidata esperienza nel campo dell’organizzazione di rappresentazioni artistiche e la direzione artistica di eventi ad indirizzo teatrale, musicale, coreutico, una particolare conoscenza della cultura dell'area mitteleuropea e balcanica. Si richiedevano, inoltre, idee progettuali capaci di integrare il progetto multidisciplinare dello spettacolo dal vivo con percorsi internazionali di dibattito e di riflessione sull'Europa. Con particolare soddisfazione è stato quindi indicato il nominativo di una vera e propria personalità internazionale nel campo del teatro e dello spettacolo da vivo, quello del pluripremiato regista teatrale di Sarajevo Haris Pašović. Oltre ad aver diretto numerosi spettacoli, Pašović ha partecipato negli anni ai principali festival programmati in tutto il mondo tra cui l’Edinburgh International Festival, il Festival d’Avignon, l’UK City of Culture, il Napoli Teatro Festival, il National Arts Festival of South Africa, il Singapore Arts Festival e molti altri. La sua produzione del “Risveglio di Primavera” di Frank Wedekind è considerata una pietra miliare nel teatro della ex Jugoslavia. Durante l’assedio di Sarajevo produsse un leggendario “Aspettando Godot” di Samuel Beckett diretto da Susan Sontag e fondò il Sarajevo Film Festival, oltre a rifondare e dirigere il MESS International Theatre Festival di Sarajevo. La sua opera d’arte visiva “Sarajevo Red Line” (la linea rossa di Sarajevo), un’installazione lunga 825 m nel centro di Sarajevo apparse sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo nel 2012. È direttore artistico del East West Centre di Sarajevo.

Grande la soddisfazione espressa dal Presidente di Mittelfest Federico Rossi e dall’Assessore regionale Gianni Torrenti che insieme hanno commentato “abbiamo abbracciato con entusiasmo la scelta di riportare di nuovo a Cividale dopo 25 anni una direzione internazionale”. “La straordinaria figura di intellettuale e artista europeo di Haris Pašović apre per Mittelfest una nuova, avvincente avventura”. “Nell’avviso di selezione per la presentazione di candidature venivano richieste in maniera primaria competenze di rilevante interesse internazionale, con una progettualità rivolta all’Europa e particolarmente all’area mitteleuropea e balcanica, condizione che è nel dna del festival. Ci siamo convinti a fare questo passo importante in considerazione del contesto multietnico di riferimento di Pašović, del suo eccellente curriculum artistico, dei progetti di prima qualità che ha diretto in ambito europeo e dell’impegno civile che ha sempre contraddistinto il suo lavoro”. “Questo uomo di cultura, bosniaco di Sarajevo, costituisce per noi una risorsa preziosa, grazie alla quale potremo lanciare il Mittelfest nell’orbita europea. Inoltre, considerata la sua grande attenzione e sensibilità nei confronti dei valori e delle identità culturali e linguistiche delle comunità locali, siamo certi che saprà anche innescare nuovi percorsi di crescita del nostro territorio”. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato all’unanimità la scelta del Direttore artistico Haris Pašović che sarà in regione nel corso della prossima settimana per incontrare la città, i collaboratori e la stampa.

Haris Pašović è un regista teatrale pluripremiato. Ha diretto numerosi spettacoli e partecipato a diversi festival in tutto il mondo tra cui: Edinburgh International Festival, Festival d’Avignon, UK City of Culture, Napoli Teatro Festival, National Arts Festival of South Africa, Singapore Arts Festival e molti altri. La sua produzione del “Risveglio di Primavera” di Frank Wedekind è considerata una pietra miliare nel teatro della ex Jugoslavia. Durante l’assedio di Sarajevo produsse un leggendario “Aspettando Godot” di Samuel Beckett diretto da Susan Sontag e fondò il Sarajevo Film Festival. Rifondò e diresse il MESS International Theatre Festival di Sarajevo. La sua opera d’arte visiva “Sarajevo Red Line” (la linea rossa di Sarajevo), un’installazione lunga 825 m nel centro di Sarajevo apparse sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo nel 2012. Ha diretto spettacoli imponenti quali “Romeo e Giulietta” (Sarajevo), “La conquista della felicità” (Derry/Londonderry) e “A Century of Peace after a Century of Wars” (Un secolo di pace dopo un secolo di guerre) (Sarajevo) con centinaia di partecipanti e veicoli, musica dal vivo e proiezioni video, cui hanno assistito migliaia di spettatori. È direttore artistico del East West Centre di Sarajevo.

Pašović ha ricevuto numerosi premi tra cui: Miglior Regista al BITEF Belgrade International Theatre Festival, Miglior Regista Jugoslavo, Premio UCHIMURA, Miglior Regista al MESS International Theatre Festival di Sarajevo; Miglior Regista al Festival dei Teatri Bosniaci, ecc. Molti riconoscimenti sono stati assegnati anche ai suoi spettacoli, nonché ad attori e artisti che hanno lavorato con Pašović.

Pašović è cofondatore del Dipartimento di Regia dell’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Sarajevo. Molti suoi studenti sono oggi registi acclamati della scena internazionale. È professore ordinario all’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Sarajevo e alla IEDC Bled School of Management in Slovenia dove insegna Arte e Leadership. È visiting professor all’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Novi Sad, Serbia. La sua istruzione include l’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Novi Sad, Serbia, la borsa Fulbright, USA (University of Hawaii, Honolulu, New York University e University of Wisconsin, Madison), la UNESCO High Levels for Directors, il Festival d’Avignon, Francia, e altri percorsi di formazione professionale quali una borsa di studio presso il Nordisk Theatre Institute, Danimarca.

Pašović tiene workshop e masterclass per registi e attori, e letture pubbliche (University of Malta, Tyrone Guthrie Centre, Irlanda, National Theatre of Scotland/Edinburgh International Festival, Queens University, Belfast, Drama Centre Singapore, Shanghai Dramatic Arts Centre, ecc.). Scrive saggi e testi teatrali. Pašović è anche relatore di spicco a conferenze internazionali quali l’Edinburgh International Summit al Parlamento Scozzese, il Central European Forum, Bratislava, Slovacchia, il Silk Road Forum al Shanghai China International Arts Festival, il St. Petersburg International Cultural Forum, Russia, la Lincoln Centre Global Initiative, New York, il Symi Symposium, Grecia, ecc. È stato membro della giuria in occasione del Premio per i migliori Festival Europei nel 2017 – Premio EFFE, Europe for Festivals, Festivals for Europe, assegnato dall’Associazione Europea dei Festival.[:sl]Haris Pašović is a multiple awarded international theatre director. He has directed a number of shows and participated in many festivals worldwide including Edinburgh International Festival; Festival d’Avignon, France; UK City of Culture; Napoli Teatro Festival Italia; National Arts Festival of South Africa; Singapore Arts Festival and many others. His production of Frank Wedekind’s “Spring’s Awakening” is considered a landmark in the theatre of the former Yugoslavia. During the Siege of Sarajevo he produced a legendary “Waiting for Godot” by Samuel Beckett directed by Susan Sontag and he established the Sarajevo Film Festival. He re-established and directed International theatre festival MES Sarajevo. His visual artwork “Sarajevo Red Line”, an 825 m long installation in the centre of Sarajevo made the headlines around the world in 2012. He’s directed some massive spectacles like “Romeo and Juliet” (Sarajevo); “Conquest of Happiness” (Derry/Londonderry) and “A Century of Peace after the Century of the Wars” (Sarajevo) involving hundreds of participants as well as a number of vehicles; live music and video-projections and viewed by thousands of audiences. He is an artistic director of the East West Centre Sarajevo.

Pašović has received many awards including Best Director at BITEF Belgrade International Theatre Festival; Best Yugoslav Director, UCHIMURA Prize, Best Director at the MES International Theatre Festival, Sarajevo; Best Director at the Festival of Bosnian Theatres, etc. His shows as well as the actors and other artists working with Pašović have received numerous awards as well.

Pašović is a co-founder of the Directing Department at the Performing Arts Academy Sarajevo. Several of his students are today internationally acclaimed film directors. He is a tenure professor of the Performing Arts Academy in Sarajevo and the IEDC Bled School of Management, Slovenia, where he teaches the subject Arts and Leadership. He is a visiting professor at the Academy of Arts in Novi Sad, Serbia. His education includes the Academy of Performing Arts in Novi Sad, former Yugoslavia; the Fulbright Scholarship in the USA (University of Hawaii, Honolulu, New York University and the University of Wisconsin, Madison); the UNESCO High Levels for Directors, Festival d’Avignon, France; and other professional trainings such as the Scholarship at the Nordisk Theatre Institute, Denmark.

Pašović gives the workshops and master-classes for directors and actors, as well as public lectures (University of Malta; Tyrone Guthrie Centre, Republic of Ireland; National Theatre of Scotland/Edinburgh International Festival; Queens University, Belfast; Drama Centre Singapore; Shanghai Dramatic Arts Centre, etc.). Pašović writes the essays and plays. Pašović is also a prominent speaker at the international conferences such as the Edinburgh International Summit at the Scottish Parliament, UK; Central European Forum, Bratislava, Slovakia; Silk Road Forum at the China Shanghai International Arts Festival; St Petersburg International Cultural Forum, Russia; Lincoln Centre Global Initiative, New York; Symi Symposium, Greece, etc. He was a Jury Member for the award for the best European Festivals in 2017 – EFFE Award, Europe for Festivals, Festivals for Europe; given by European Festival Association.

....