Martedì 10 luglio: Giornata di Musica, tra esperienze mistiche e interpretazioni Millennials dei classici, e un’altra prima italiana con la Danza di Adrienn Hod

programma di martedì 10 luglio

ore 04.00 – Borgo Brossana
Inzirli/Vertigine (Italia, Bosnia ed Erzegovina)
progetto di Haris Pasovic
testo in friulano di Angelo Floramo
musiche di Dino Sukalo
coreography: Adriana Hodd
con Fabiano Fantini (actor), Dino Sukalo (guitar) 
Mittelfest 2018, East West Centre Sarajevo, Hodworks, Budapest
(Music-performance-in friulano, prima assoluta)

Ore 18.00. Civibank
Un pomeriggio perfetto: Bach
Piano FVG
Tymoteusz Gen Bies, pianoforte (Polonia)
Programma
J. S. Bach, Variazioni Goldberg BWV 988
F. Schubert, Pezzo n. 1 per pianoforte D. 946 in mibemolle minore
(Musica - prima nazionale)

Udine, ore 20.30 – Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Solos (Ungheria)
coreografia di Adrienn Hod
Direzione musicale: Ábris Gryllus
Performers e co-creatori: Imre Vass, Emese Cuhorka, Csaba Molnár
Hodworks, Budapest
(Danza, prima nazionale)

ore 22.15 – Chiesa S. Maria di Corte
Love is(n’t) in the air? (Italia, Polonia, Svezia, Belgio)
da Ars Amandi di Ovidio
Nuove composizioni di Raffaele De Giacometti, Eliot Delafosse, Katarzyna Krzewinska, Joris Blanckaert, William Sundman Sääf
Eseguite da Ex Novo Ensemble:
Valentina Coladonato, soprano
Daniele Ruggieri, flauto
Mario Paladin, viola
Nicoletta Sanzin, arpa
Mittelfest 2018, MusMa - European Broadcasting Project 2018
(Musica, prima nazionale)

 

Giornata di Musica, tra esperienze mistiche e interpretazioni Millennials dei classici

Un’altra prima italiana con la Danza di Adrienn Hod

COMUNICATO STAMPA

Sesto giorno di Festival all’insegna della Musica, che riempie le strade di Cividale dalle prime luci dell’alba alla notte inoltrata, e di un’altra prima nazionale della Danza.

Dopo Sunday, torna sul palco la Danza  di Adrienn Hod con Solos, una selezione di assolo che creano uno straordinario legame tra il ballerino, solo, sul palco e la moltitudine del pubblico, ciascuno, a sua volta, solo con le proprie sensazioni davanti all’artista.

La musica invece è protagonista degli altri tre appuntamenti della giornata: si inizia alle prime luci dell’alba, sulle rive del Natisone, con Inzirli/Vertigine, una music performance, dove i protagonisti sono la luce, lo scorrere del fiume e la mistica dell’alba friulana. Tymoteusz Bies e i 5 giovani compositori di MusMA per l’Ex Novo Ensamble offrono al pubblico, sempre più coinvolto, interpretazioni ed esperienze di incontro, mescolanza e fusione tra compositori classici e composizioni contemporanee, tra artisti contemporanei e musica classica, tra i Millennials e la storia.

Inzirli-Vertigo_1.jpg

Inzirli/Vertigine

La luce sul Natisone prima dell’alba, l’atmosfera mistica e lo scorrere del fiume sono i protagonisti di questo spettacolo. 

L’ambientazione, il teatro naturale, è il Parco di Via Mulinuss, poco prima del sorgere del sole, le parole sono di Angelo Floramo, autore friulano, medievista di formazione e appassionato cultore dell’Est Europa e dei Balcani. Fabiano Fantini, grande attore friulano, Dino Šukalo, compositore bosniaco che suona la chitarra elettrica, Adrienn Hod, coreografa ungherese, con la sua compagnia “Hodworks”, e Haris Pašović, regista, collaborano a questa esperienza. 

Un flusso di parole friulane, potenti note di chitarra elettrica e una coreografia straordinaria si fondono con l’acqua azzurro-verde e il profumo delle montagne.

Un pomeriggio perfetto_piano_FVG_concerto_finale_2.jpg

Un pomeriggio perfetto: Bach

Tymoteusz Bies è un pianista di ventidue anni con una pagina Facebook da lui creata per condividere la sua attività concertistica e a proposito della quale dichiara: “se qualcuno vuole mettere un ‘mi piace’, lo faccia pure, altrimenti mi dispiacerà perché mi piace ricevere ‘mi piace’.” Un altro Millennials di talento si esibisce a Mittelfest con un concerto, Un pomeriggio perfetto, che è un tentativo di offrire una dimensione riflessiva dell’esibizione pianistica. 

In quindici anni di educazione musicale Tymoteusz Bies ha collaborato con numerose orchestre, tra cui l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica della Slesia a Katowice, l’Orchestra Radiofonica Polacca, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Polacca, l’Orchestra della Filarmonica Polacca di Opole. Continua ad accrescere la sua conoscenza e le sue capacità partecipando a masterclass con insegnanti di fama mondiale. Le performance di Tymoteusz nelle sale da concerto in Polonia e nel mondo ricevono sempre un’accoglienza entusiasta. Nel 2018 Tymoteusz Bies vince il Concorso pianistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia e esce con il suo primo album solista che include concerti per pianoforte di W.A. Mozart e F. Chopin. 

Con due concerti in quattro giorni (il successivo Un pomeriggio perfetto: Chopin si terrà venerdì 13 luglio), il pubblico di Mittelfest avrà la possibilità di entrare in sintonia con questo straordinario giovane pianista, mix di classicità e spirito Millennials.

Solos_Hodworks_Daniel Dömölky_PRINT_173.jpg

Solos

Un artista in un’azione e in un centro. Uno spettatore, un pubblico. La totale centralità di questi stupendi ballerini è contagiosa, il senso del mistero è palpabile: perché questi assoli rappresentavano moltitudini, sono assoli che in realtà descrivono un individuo e centinaia di persone, idee e sentimenti allo stesso tempo. Quando ci diamo l’opportunità di conoscere qualcuno, trascorrendoci del tempo insieme, aumentano le possibilità di creare legami. Le reazioni del pubblico aggiungono colore all’azione sul palco, quindi una nuova variabile incognita entra a far parte del processo. Le trattative e la politica di questo incontro iniziano a operare in un regno dotato di nuovo significato.

Dopo la generazione di coreografi ormai leggendari – Anna Teresa de Keersmaeker, Akram Khan, Win Vandekeybus, Sasha Waltz, Alain Platel, Ohad Naharin e altri – Adrienn Hod approda sulla scena europea della danza in maniera grandiosa, con nuove idee, concetti e tecniche, nuove espressioni di danza e nuovo coraggio. Il suo lavoro è estremamente commovente e il suo percorso è costante.

Solos è una selezione di assolo. In cui ciascuno è responsabile della propria esperienza.

Love in the air_Photo Valentina Coladonato.jpg
 

Love is(n’t) in the air?

I giovani compositori Katarzyna Krzewińska (Polonia), Raffaele De Giacometti (Italia), Joris Blanckaert (Belgio), William Sundman Sääf (Svezia) ed Eliott Delafosse (Belgio) hanno creato 5 nuove composizioni per l’Ex Novo Ensemble, un progetto che nacque a Venezia nel 1979 dalla collaborazione tra Claudio Ambrosini e sette giovani musicisti che sono rimasti nell’Ensemble da allora. Il processo creativo è durato un anno, durante il quale questi compositori hanno sviluppato le proprie idee. 

L’Ex Novo Ensemble rappresenta ormai una realtà di riferimento nel panorama internazionale della musica nuova. La continuità del lavoro comune, la coerenza artistica e professionale hanno consentito al gruppo di acquisire un carattere, un “suono” che gli sono riconosciuti dal pubblico e dalla critica dei principali festival europei. L'impegno portato nell'approfondimento del linguaggio musicale contemporaneo è in seguito divenuto punto di partenza per la rilettura del repertorio classico e, in particolare, di alcune pagine affascinanti, destinate ad organici rari e, per quanto splendide, tuttora poco note. Molte prime esecuzioni assolute di lavori dedicati all'Ex Novo Ensemble sono stati presentati al pubblico anche attraverso la registrazione delle maggiori radio europee. Significativo è, infine, il contributo alla diffusione della musica da camera del primo Novecento italiano, testimoniato dalla prolungata collaborazione con importanti case discografiche.

Katarzyna Krzewińska, Raffaele De Giacometti, Joris Blanckaert, William Sundman Sääf ed Eliott Delafosse sono anche gli artisti del MusMA 2018. Nato nel 2010, il MusMA è un progetto di collaborazione che sostiene e promuove la creatività artistica di compositori giovani e innovativi in musica classica. Con il sostegno di una rete di festival europei, il progetto gode del patrocinio della European Festival Association e del partenariato con le radio nazionali e l’Unione europea di radiodiffusione. I membri del MusMA – Festival de Wallonie (Belgio); Saxå Chamber Music Festival (Svezia); Wonderfeel (Paesi Bassi); Klarafestival (Belgio); National Forum of Music (Polonia) e Mittelfest – nominano ogni anno i giovani compositori che con i loro atelier creano nuove composizioni. 

A venire:
Mercoledì 11 luglio

(replica 12 luglio) ore 19.30 – Teatro Ristori
Hero 2.0 (Slovenia)
scritto, diretto e interpretato da Uroš Kaurin e Vito Weis
Moment Production Maribor
(Teatro, prima nazionale - spettacolo in lingua straniera sopratitolato)

ore 21.00 – Chiesa S. Maria dei Battuti
Razor Blade Wire (Bosnia ed Erzegovina)
Regia di Jasmila Žbanic
Musiche di Ališer Sijarić 
Deblokada Sarajevo
(Installazione multimediale, prima nazionale)
L’installazione sarà visitabile tutti i giorni fino al 15 luglio dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 18 alle 21

ore 22.00 – Piazza Duomo
Ragazzi del’ 99 (Italia, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina)
Ljubljana International Orchestra e Sarajevo Philharmonic Orchestra
Progetto di Haris Pašović 
Direttore d’orchestra: Živa Ploj Pešuh
Pianoforte Viviana Lasaracina – In collaborazione con Fazioli
Testo di Angelo Floramo (in friulano)
Programma:
Alfredo Casella “Pagine di guerra”  
Slavko Osterc “Religioso” 
Maurice Ravel “Piano Concerto per mano sinistra in D maggiore”
Peter Eötvös “Alle Vittime senza nome”
Luciano Berio  “Rendering, su frammenti di Franz Schubert per la Decima Sinfonia”
Alberto Testa - Eros Sciorilli “La riva Bianca, la riva nera”. Arrangiamento di Walter Sivilotti. Voce: Federica Copetti
Voce Recitante Paolo Mutti
Produzione: Mittelfest, Ljubliana Festival, Ljubljana International Orchestra (in associazione con Sarajevo Philharmonic Orchestra), The European Career Centre for Artists Triple Bridge e Music Up Close Network
(Musica, prima assoluta)

 Info: www.mittelfest.org

UFFICIO STAMPA MITTELFEST: 

Giulia Calligaro  giulia.calligaro@fastwebnet.it, 349.6095623, 
Cristina Savi cristina.savi@teletu.it, 335.8214709
Generale: ufficiostampa@mittelfest.org