Sabato 7 luglio: Prime nazionali di teatro e musica con Tigermilk e Martynas Levickis, apre e chiude Dunkelbunt

Programma di sabato 7 luglio

ore 18.30 – Casa Morandini
Accordo in Bocca  (Austria)
Spice performance
[dunkelbunt] spice
Musica - Prima Nazionale - Performance in inglese

ore 20.00 – Teatro A. Ristori
Tigermilk (Germania)
Dal romanzo di Stefanie de Velasco
Regia e allestimento di Wojtek Klemm
Drammaturgia di Birgit Lengers
Coreogra a di Efrat Stempler
Costumi di Anika Budde
Musica di Albrecht Ziepert
con Antonie Lawrenz, Saron Degineh, Philipp Djokic, Lenz Lengers,
Rio Reisener, Laura Roberta Kuhr, Prince Mohammad Arsalan Chughtai, Anik Todtenhaup
Deutsches Theater, Junges DT, Berlino
Teatro - Prima Nazionale - spettacolo in lingua straniera sopratitolato)

ore 22.00 – Piazza Duomo
Martynas Levickis Vilnius City Ensemble Mikroorkestra (Lituania)
Martynas Levickis, fisarmonica
Programma:
Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni da Il Cimento dell'Armonia e dell'Inventione op. 8, Arrangiamento per fisarmonica di Martynas Levickis
Astor Piazzolla, Las Cuatro Estaciones Porteñas
Produzione in partnership con Lithuanian Culture Institute
Musica - Prima Nazionale

ore 23.00 - Stretta Monte di Pietà, locale: I perché delle coccole
[Dunkelbunt] DJ Session  (Austria)
Dj set con uff Lindermann

Prime nazionali di Teatro e Musica

In scena le disillusioni dell’adolescenza e
la maestria della fisarmonica   
apre e chiude gli eventi della giornata [dunkelbunt] tra performance in cucina e dj set

COMUNICATO STAMPA

È un sabato ricco, ricchissimo - ben due prime nazionali - quello che inaugura il primo fine settimana di Mittelfest.

Il tema della rassegna di quest’anno viene sviscerato tra palchi di musica, teatro, perfomance e dj set, in quella mescolanza di arti, culture e ispirazioni che per il Direttore artistico Haris Pašović è il vero segno distintivo della cultura Millennials.

Alle 20.00 va in scena Tigermilk, del regista Wojtek Klemm su un romanzo di Stefanie de Velasco, ritratto agrodolce dell’adolescenza in una grande città, tra primi innamoramenti e rapide disillusioni, dalle ore di svago e feste spensierate alla cruda tragicità della realtà.

A seguire la prima esibizione in Italia di Martynas Levickis, rivelazione lituana della fisarmonica, accompagnato dalla Vilnius City Ensamble Mikroorkestra. Il suo virtuosismo e la versatilità nello spaziare tra il patrimonio di musica classica e folk e le contaminazioni contemporanee incanterà il pubblico.

Ad aprire e chiudere il cartellone di eventi [dunkelbunt] con la sua seconda e terza esibizione a Mittelfest. Mentre la festa della tarda sera sarà animata da un dj set, il tardo pomeriggio vede una performance tutto pepe a base di spezie e musica. 

Ritratti di Millennials molto diversi tra loro, che certamente aiuteranno il pubblico a indagare più a fondo la vera essenza della cultura nel nuovo millennio.

[dunkelbunt] Spiced by Julia Wesely.jpg

Accordo in bocca

Erbe o strumenti, suoni o colori, gusto, odorato o vista: comporre musica e cucinare possono essere molto simili. Per Ulf Lindemann, in arte [dunkelbunt], è certamente così. Dal quell’estate del 2004 e quel viaggio in bicicletta da Vienna a Istanbul che ha inaugurato il suo sogno, [dunkelbunt] non ha mai smesso di scoprire nuovi orizzonti. Viaggi che gli hanno permesso di incontrare persone, mentalità, letterature, natura, piante, animali, abitudini, lingue, odori, cibi nuovi, sperimentare luci e ombre di posti nuovi e che hanno inevitabilmente contaminato la sua musica, un mix di sonorità elettroniche di tutti i generi immaginabili. E anche la sua cucina. Da questa passione nasce Accordo in bocca: una performance speziata, un’esperienza unica in cui uno spettatore è testimone di una miscela di spezie di grande talento e versatilità. Lo spettatore può partecipare a questo magico incontro tra arte e cucina.

Tigermilch_ph.Arno_declair1.jpg

TIGERMILK

Il cocktail preferito di Nini e Jameelah, amiche inseparabili nella Berlino di oggi, è il Tigermilk, latte di tigre, a base di latte, brandy e succo di frutto della passione. Lo bevono nel bagno della scuola mentre parlano dei primi innamoramenti e del loro progetto “deflorazione”: vogliono far pratica così da non farsi male quando s’innamoreranno sul serio. Berlino è il loro parco giochi e la vita reale appare lontana, o la ignorano: le due quattordicenni girovagano per la città, rubano vestiti da Pimkie, vanno con i ragazzi alla piscina scoperta e percorrono Kurfürstendamm in calze a rete per fare esperimenti sugli uomini come fossero rane da laboratorio. Ma questo party adolescenziale senza sosta è come una danza sull’orlo dell’abisso e finisce bruscamente per scontrarsi con la realtà, si sgretola quando le due amiche assistono ad un omicidio. Tigermilk, il romanzo di Stephanie de Velasco sulla crescita della gioventù urbana marginale, è stato subito apprezzato dalla critica e tradotto in diverse lingue (italiano compreso). “La scaltra eleganza di De Velasco ha energia e audacia ma anche una sottile intensità. Crescere è emozionante, ma fa anche male.”, scrive l’Irish Times.

Martynas Levickis and Vilnius City Ensemble Mikroorkestra_3.jpg

MARTYNAS LEVICKIS / VILNIUS CITY ENSAMBLE MIKROORKESTRA

Quando la Royal Academy of Music ha una pagina Facebook, a un certo punto tutti hanno iniziato a chiedere a Martynas Levickis se fosse lui quello su You Tube che aveva vinto Got Talent. “Ero imbarazzato all’idea che pensassero non fosse serio né classico, in realtà i miei colleghi e amici erano molto felici per me. E un mucchio di ragazze hanno visitato la mia pagina Facebook.” Martynas Levickis è questo, uno straordinario concentrato di versatilità e virtuosismo, di studi classici e contaminazioni contemporanee, di tradizione folk e gusti modernissimi: gusti da Millennials qual è. Incoraggiato dalla famiglia, a soli tre anni Levickis impara da autodidatta a suonare la musica tradizionale folk del suo Paese, la Lituania. A otto anni inizia un’istruzione formale alla Scuola d’Arte S. SonDickis di Šiauliai, sua città natale. Prosegue gli studi con Owen Murray alla Royal Academy of Music di Londra, poi segue un corso post-laurea con Iñaki Alberdi alla Musikene in Spagna. Ha ricevuto oltre 30 premi internazionali ed è acclamato come uno degli artisti emergenti più promettenti e dotati. Elogiato da The Times per la sua “maestria di uno strumento un tempo liquidato come organetto”, Martynas Levickis ha affascinato pubblico e critica con il suo talento musicale, il suo carisma e le sue performance dinamiche. È stato il primo fisarmonicista con un contratto dell’etichetta Dicca Classics della Universal Music; l’album d’esordio che porta il suo nome ha raggiunto subito la vetta della UK Official Classical Album Chart. Levickis si è esibito in luoghi celebri tra cui la Royal Albert Hall, la Royal Festival Hall, la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Auditorio Nacional in Messico, il Conservatorio Debussy di Parigi, il Centro per le Arti a Seoul e molti altri. Nel corso degli anni ha suonato con numerose orchestre tra cui la BBC Concert Orchestra. Nel 2015, Martynas Levickis ha fondato la Mikroorkéstra, un’orchestra da camera costituita da straordinari giovani musicisti lituani. In qualità di Direttore Artistico ha promosso diversi progetti itineranti con la Mikroorkéstra.

dunkelbunt-Print-A4-Photo-by-Julia-Wesely.jpg

[DUNKELBUNT] DJ SESSION

Sebbene il DJ sia diventato una forma d’arte, numerosi festival di arti dello spettacolo non l’hanno ancora riconosciuta tale. Non così accade a Mittelfest, che riconosce all’arte del DJ è un’abilità di creazione senza pari. Il suo processo creativo consiste nel catturare suoni da un immenso universo e metterli insieme in combinazioni senza precedenti di nuovi mondi infiniti.

La DJ SESSION di [dunkelbunt] - al secolo Ulf Lindemann - fa viaggiare piacevolmente l’ascoltatore intorno al mondo con collage sonori delle più svariate ispirazioni. Viaggi come quelli che hanno ispirato la sua musica e i suoi suoni. Da dieci anni infatti il calendario di un tour di [dunkelbunt] sembra lo schermo delle destinazioni di un aeroporto: Tel Aviv, Melbourne, Honolulu, Los Angeles, Parigi, New York, Città del Capo, Mosca, Vancouver, San Francisco, Istanbul o Barcellona sono solo alcune città in cui si esibisce come DJ.

A venire:

Domenica 8 luglio

ore 20.30 – Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Sunday  (Ungheria)
Coreografie di Adrienn Hod
Direzione musicale: Ábris Gryllus
Danzatori: Emese Cuhorka, Csaba Molnár, Marin Lemić, Jessica Simet, Zoltán Vakulya.Hodworks, Budapest
(Danza, prima nazionale, consigliato ai maggiori di 18 anni)

ore 23.00 – Piazza Duomo
Mudimbi (Italia)
Michel Mudimbi, voce
Lino Emiliani (aka Dj Giovan8), console,
Alessandro Bavo, tastiere e synth
Federico Bruni, batteria

Info: www.mittelfest.org

UFFICIO STAMPA MITTELFEST: 

Giulia Calligaro  giulia.calligaro@fastwebnet.it, 349.6095623, 
Cristina Savi cristina.savi@teletu.it, 335.8214709
Generale: ufficiostampa@mittelfest.org