NOVITA’ 2018: LA “FESTA” DI MITTELFEST

OGNI SERA ALLE 23 GRANDI CONCERTI ALL’APERTO PER RACCONTARE I MILLENNIALS, CON MOLTO HIP HOP, RAP, DJ SET... MA NON SOLO

DA DORO GJAT A MUDIMBI, DA DJAMBO AUGUSEVI CON LA CHALLE SALLE A SIMPHIWE DANA, LA NUOVA MIRIAM MAKEBA

Una delle novità di Mittelfest , in arrivo a Cividale del Friuli (5-15 luglio) è la “festa”, che proietta il festival fino alla notte, con molti appuntamenti all’aperto dedicati soprattutto al pubblico dei giovani. Quasi ogni giornata sarà infatti chiusa da concerti speciali che testimonieranno come sia “millennial’” (tema del festival) suonare sia temi globali sia portare nel mondo la musica e la lingua di una terra. 

In tale senso, il primo protagonista dei concerti delle 23 sarà, in piazza Duomo, giovedì 5 luglio, il  friulano Doro Gjat con suoi Carnicats in “Orizzonti verticali live”. Ci sarà poi il rapper italiano Mudimbi, seconda generazione di immigrati congolesi, che ha spiccato a Sanremo tra le nuove proposte, in un concerto che parla molto di futuro (8 luglio). E, ancora, la spagnola Barcelona Gypsy Balkan Band che riunisce in un pieno di energia gipsy e klezmer musicisti spagnoli serbi, ucraini, greci, italiani e francesi (14 luglio); Dunkelbunt e DJ Dunkelbunt, band austriaca di world music e dj setting fatto a forma d’arte (6 e 7 luglio); Djambo Augusevi , alla guida di una dirompente band macedone di ottoni che ha già incantato il San Carlo di Napoli e che si esibisce insieme alla band hip hop slovena Challe Salle (15 luglio); 47Soul, un’altra banda hip-hop e dello stile ‘shamste’, che ci porta questa volta in Palestina e in Giordania, poiché la musica è un ponte di unione dei millennials, con musicisti molto apprezzati in Gran Bretagna (12 luglio); Simphiwe Dana, una delle voci principali in Africa oggi tanto da essere denominata la nuova Miriam Makeba, sarà  infine presente con un concerto che unisce jazz, soul gospel e impegno civile (13 luglio).

Festa tutte le sere per raccontare in musica il mondo dei Millennials da vari punti di vista. E dunque un mondo che parla di  pressione dell’economia e  di nuove generazioni di immigrati, di speranze, di domande sul futuro e sul senso della vita , nel segno di un mix culturale ed etnico a cui i giovani sono preparati. Fino alla risposta energetica musicale con cui rilanciano a ogni sfida.

Informazioni e biglietti: www.mittelfest.org, 0432 733966