Presentato a Milano Mittelfest 2018

....

Museo del Novecento, Milano
5 – 15 luglio, Cividale del Friuli

Direzione artistica di Haris Pašović

31 progetti artistici, 4 prime mondiali, 18 prime italiane, 20 Paesi europei: Mittelfest, nella nuova direzione di Haris Pašović, diventa il punto artistico focale dell’Europa centrale e dei Balcani.

Quest’anno l’omaggio è alla generazione del nuovo millennio, con progetti innovativi, energici, multimediali che creano ponti tra generi e Paesi.

COMUNICATO STAMPA

Mittelfest 2018 si presenta con un volto nuovo: energetico, giovane, originale, e ritorna alla vocazione internazionale delle origini. Così ha voluto il nuovo direttore artistico HarisPašović, pluripremiato regista teatrale di Sarajevo, che inaugura il suo mandato triennale con un programma intitolato ai Millennials, i giovani del nuovo millennio.

In scena a Cividale del Friuli dal 5 al 15 luglio, Mittelfest 2018 mescola con intelligenza stili, generi, cultura alta e popolare, e si apre ad un pubblico diversificato e a prospettive sempre più attuali, proponendosi come punto focale artistico dell’Europa centrale e dei Balcani.

“Abbiamo concentrato le energie - sottolinea il presidente di Mittelfest Federico Rossi -

per imprimere una svolta, con l’obiettivo di innovare il festival nel segno della carica di energia, di entusiasmo e di magia che aveva caratterizzato le sue origini, in un momento storico e geopolitico che, con la fine della guerra fredda, aveva suscitato grandi speranze per il futuro dell’Europa. Il compito che abbiamo affidato al nuovo direttore è proprio quello di proiettare nuovamente il Mittelfest in una visione europea, con proposte artistiche di assoluta qualità”.

In numeri, Mittelfest quest’anno avrà 31 progetti artistici, 18 musicali, 7 teatrali, 3 di danza, 2 eventi e 1 progetto di danza per bambini: per 4 prime mondiali18 prime italiane30 prime regionali. Saranno a Cividale oltre 500 tra artisti e crew, da oltre 20 Paesi.

Mittelfest ha come suoi sostenitori la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, il Comune di Cividale, CiviBank, Ert FVG, Società filologica friulana(socidell’Associazione Mittelfest) e dal MIBACT, Fondazione Friuli, Promoturismo FVG, Camera di Commercio di Udine.

Millennials

Ritornando al tema di questa edizione, è definita quella dei Millennials la generazione nata tra la fine del XX e l’inizio del XXI secolo. Ventenni o quasi trentenni nati nell'Unione europea, e per i quali l’Europa è una condizione normale.“Nonsono appesantiti dal passato: per loro l'Europa delle due guerre mondiali e della guerra fredda è un lontano passato”, spiega ancora Pašović. Hanno perfetta padronanza delle nuove tecnologie e hanno una visione globale del mondo, ma anche alcune convinzioni politiche e visioni culturali diverse.“Questapotente generazione che rappresenta il futuro spesso non è debitamente ascoltata nelle società. C'è un divario tra le generazioni più anziane e loro. Mittelfest cerca in questa edizione di esprimere il loro potenziale, di comprendere la loro filosofia e le loro forme di espressione”, conclude il direttore artistico.

In scena a Cividale, accanto ad artisti affermati, ci saranno infatti molti‘Millennials’,e i temi degli spettacoli proposti racconteranno il loro mondoda vari punti di vista. Dalla pressione dell’economia al tema delle nuove generazioni di immigrati, dalle speranze e dalle domande sul futuro e sul senso della vita al mix culturale ed etnico a cui sono preparati. Fino alla risposta energetica musicale con cui rilanciano a ogni sfida.

Ma naturalmente Mittelfest è anche la sua terra e la sua città, Cividale, patrimonio mondiale dell’Unesco:una rete di pubblico, artisti, ospiti, cittadini e un network di hotel, ristoranti e caffè, in una delle terre più rinomate d’Italia per la storia e i sapori. Un punto di riferimento enogastronomico internazionale attorniato dai paesaggi unici delle Valli del Natisone di cui si può godere durante il festival.

Cividale del Friuli questa estate sarà dunque il luogo da non mancareper lo spettacolo dal vivo, ma anche per fare festa, per condividere futuro.

Il programma

La rassegna riunisce e rappresenta ai massimi livelli teatro, danza, musica classica e contemporanea, con una predilezione per i progetti multimediali, che fanno incontrare più linguaggi e divengono espressioni originali e uniche‘delmillennio’, facendo dialogare nel contempo il talento e la sensibilità di vari artisti, e per proposte inatteseche ricontestualizzano i generi e creano ponti tra diversi Paesi.

Ecco allora che il 5 luglio, ad INAUGURAREil cartellone sarà uno spettacolo intenso come Hymn to Love, dove un coro di uomini e donne, professionisti e non, diretti dall’artista polacca Marta Gornicka, che ha inventato con questo spettacolo uno stile nuovo, di grande impatto emotivo, fa riflettere sul ruolo e sulla responsabilità di una comunità quando antepone l’amore per il proprio popolo, anziché per il‘prossimo’in sé. Una riflessione sulla Storia dei nazionalismi e una proposta d’ amore diverso per le masse umane che attraversano il mondo di oggi.

Nella giornata di apertura ci sarà anche Winterreise,diretto dal regista ungherese Kornél Mundruczó(premiatoa Cannes): un incredibile incontro tra il capolavoro di Schubert eseguito dall’ungherese Danubia Orchestra Obuda rimesso in scena in un contesto originale dal Proton Theatre di Budapest, in cui la musica e il canto creano un cortocircuito con le immagini che scorrono e raccontano la condizione e la piaga umanitaria dell’immigrazione in Europa. Tutti e due sono rappresentati per la prima volta in Italia.

Chiudono il famoso rapper friulano Doro Gjate suoi Carnicats con“Orizzontiverticali live”, a mostrare come sia‘millennial’suonare sia temi globali, sia portare nel mondo la musica e la lingua di una terra. Una chiusura in festa, come sarà in ogni giornata di Mittelfest 2018.

Tra gli altri spettacoli in programma, ci saranno per il TEATRO“Hungerdi Emil Zola del Thalia Theater di Amburgo, uno dei migliori show della passata stagione in Germania, da un testo classico francese diretto dall’atteso Luk Perceval, che ha portato in scena vari romanzidi Zolae con questo in particolare esplora il XX secolo (6luglio, prima italiana). Dalla Germania arriva anche il lavoro del Deutsches Theatre Berlin –che sta sostenendo un programma unico al mondo sui giovani e sui temi legati ai giovani -“Tigermilk”del regista polacco Wojtek Klemm, in cui si racconta la scoperta e l’esplorazione della vita di due teenager, una tedesca e una immigrata (7 luglio, prima italiana).

Dalla Croazia arriva lo spettacolo più premiato nei Balcani"Hinkemmann"di Ernst Toller, diretto da Igor Vuk Torbica (12 luglio, prima italiana). Proviene invece dalla Slovenia"Heros2.0", un pezzo veramente“Millennial”,proposto dalla compagnia Moment Production Maribor: esplora il senso del teatro in maniera divertente e spiazzante(11e 12 luglio, prima italiana).

Per l’Italia ci saranno Ricci/Forte che porteranno un nuovo“Tamerlan”(14e 15 luglio, prima assoluta), e il regista‘millennial’rivelazione Nicola Borghesi con“Ilgiardino dei ciliegi” di Anton Cechov(9luglio).

Il direttore artistico Pašović proporrà invece, con la nuova generazione di attori della Bosnia Herzegovina e della Serbia, rappresentata da varie etnie e religioni, uno spettacolo premiatissimo in Bosnia, dal titolo intrigante: What Would You Give Your Life For?,(13luglio, prima italiana).

Per la DANZAla grande coreografa Adrienn Hode il suo ensemble Hodworksdi Budapest presenteranno"Sunday"e“Solos”(8e 9 luglio, prime italiane): riflessioni ai confini della danza il primo, assoli di quattro ballerini, che ripensano così al senso dell’essere individuo, della solitudine e delle maschere interiori, il secondo.

La coreografa Josef Nadje la compagnia slovena En Knapsaranno presenti a Mittelfest con"DarkUnion": in scena giovani danzatori sloveni, croati e del Belgio(14luglio, prima italiana). Per i più piccoli, la compagnia En Knap proporrà“Antferocius”, con la coreografia di Iztok Kovač, un momento di leggera profondità.

Molte anche le sorprese negli spettacoli di MUSICA e spesso di MULTIMEDIALITÀ.

A partire da un concerto molto speciale, suonato dalla Ljubljana International Orchestrae da alcuni musicisti italiani della Filarmonica di Sarajevo intitolato "Ragazzidel'99".Un concerto con parole – scritte dall’autore friulano Angelo Floramo in italiano e in‘marilenghe’e che sarà sopratitolato anche in tedesco e in sloveno – e musica, che commemora i giovani ragazzi di leva della Prima Guerra attraverso 99 musicisti Millenial (natiintorno il’90)di 20 Paesi europei(11luglio, prima assoluta).

Tra gli altri ospiti, segnaliamo Andreas Ottensamer, il principale clarinettista dell’Orchestra Filarmonica di Berlino, giovane di origine austro-ungarica, che esplorerà con il Keleman Quartet le connessioni tra Brahms e le sue terre nel concerto“Hungarianconnections”(15luglio, prima italiana).

Francesca Aspromonte, giovanissima soprano e stella nascente italiana, terrà un concerto da G. F. Hendel,“Un’almainnamorata”, insieme al violinista russo Boris Begelman e al gruppo Arsenale sonoro (Italia/Russia, 12 luglio); Martynas Levickis virtuoso lituano della fisarmonica, che ha conquistato le platee britanniche e di tutto il mondo, sarà a Cividale con la Vilnius City Mikro Orkestra reinterpretando Vivaldi oggi nel concerto“Seasons”(6luglio, prima volta in Italia) e ponendo l’interrogativo se ci sia un modo nuovo di ascoltare il repertorio classico.

Oltre al citato Kornél Mundruczó, un’altra regista cinematografica, Jasmila Zbanic (Orsod’oro per il miglior film al Festival internazionale del cinema di Berlino), creerà appositamente per Mittelfest, insieme al compositore bosniaco Ališer Sijaric, un’installazione di arti visive e musica intitolata“RazorWire”, che riflette sulla crisi dei migranti e sulla responsabilità morale dell’Europa contemporanea(apertadall’11 luglio, prima assoluta).

Un altro progetto speciale sarà Inzirli, produzione originale di Mittelfest con East West Centre di Sarajevo, che mette in scena una fantastica storia del Friuli dal Big Bang ai vari avvicendamenti storici, raccontata in un testo inedito, ancora di Angelo Floramo e la chitarra elettrica balcanica di Dino Šukalo, con Fabiano Fantini(attore)e alcuni danzatori(9luglio, prima assoluta).

Prosegue quest’anno Musma Project, con Ex novo Exemble in“Loveis in the Air”, dall’Ars Amandidi Ovidio. Il concerto è esito di un progetto che mette insieme più festival internazionali e che promuove nuovi compositori(10luglio, prima italiana), mentre una serata sarà dedicata ai migliori giovani musicisti friulanidel Conservatorio Giuseppe Tartini e Jacopo Tomadini di Trieste e di Udine(10luglio).

E poi la festa continua fino alla notte. Ci sarà il rapper italiano Mudimbi, seconda generazione di immigrati congolesi, che ha spiccato a Sanremo tra le nuove proposte, in un concerto che parla molto di futuro (8 luglio). La spagnola Barcelona Gypsy Balkan Bandche riunisce in un pieno di energia gipsy e klezmer musicisti spagnoli serbi, ucraini, greci, italiani e francesi (14 luglio). Dunkelbunt e DJ Dunkelbunt,band austriaca di world music e dj setting fatto a forma d’arte (6 e 7 luglio); Djambo Augusevi,che guida una dirompente band macedone di ottoni che ha già incantato il San Carlo di Napoli e che si esibisce insieme alla band hip hop slovena Challe Salle(15luglio); 47Soul, un’altra banda hip-hop e dello stile‘shamste’, che ci porta questa volta in Palestina e in Giordania, poiché la musica è un ponte di unione dei millennials, con musicisti molto apprezzati in Gran Bretagna (12 luglio); Simphiwe Dana, una delle voci principali in Africa oggi tanto da essere denominata la nuova Miriam Makeba, sarà infine presente con un concerto che unisce jazz, soul gospel e impegno civile (13 luglio).

Altri progetti speciali saranno presentati in seguito.

Abbonamenti e biglietti in vendita dal 14 giugno

Info: www.mittelfest.org

UFFICIO STAMPA MITTELFEST:

Giulia Calligaro giulia.calligaro@fastwebnet.it, 349.6095623,
Cristina Savi cristina.savi@teletu.it, 335.8214709
Generale: ufficiostampa@mittelfest.org

..

5 – 15 July, Cividale del Friuli

Artistic direction: Haris Pašović

Press release

31 creative projects, 4 world premieres, 18 Italian primes, 20 European countries:

MITTELFEST, in the new direction of HARIS PAŠOVIĆ, becomes the focal point of Central Europe and the Balkans. This year the homage is to the generation of the new millennium, with innovative, energetic, multimedia projects.

Mittelfest 2018presents itself with a new face: energetic, young, original, and returns to the international vocation of its origins. This is how the new artistic director Haris Pašović, Sarajevo's award-winning theater director, wanted it. And he inaugurates his three-year term with a program entitled to the Millennials, the young people of the new millennium.

On stage in Cividale del Friuli from 5 to 15 July, Mittelfest 2018 cleverly blends styles, genres, high and popular culture, and opens up to a diverse audience and increasingly current perspectives, proposing itself as an artistic focal point of Central Europe and Balkans.

"Creating a common ground for European identity. Mental openness, international spirit, re-evaluation of local cultures, European values, respect for human rights and freedom of expression, dialogue, seriousness, wonder, joy, adventure, creative energy: these are the fundamental points of Mittelfest",explains the artistic director.

In numbers, Mittelfest this year will have 31 artistic projects, 18 musical, 7 theatrical, 3 dance, 2 events and 1 dance project for children: for 4 world premieres18 Italian premieres, 30 regional premieres. Over 500 artistsand crews will be at Cividale, from over 20 countries.

Of course Mittelfest is also its land: it is a network of public, artists, guests, citizens and a network of hotels, restaurants and cafes, in one of the most renowned lands of Italy and its history and its flavors.

Coming to the program, among the guests there are big international names and irreverent shows, for 10 days of theater, dance, music never seen before in Italy.

THEATER

One of the best German theaters - the Thalia Theater in Hamburg - brings to Mittelfest 2018 an extraordinary show: "Hunger" by Emil Zola, a French classic directed by Luk Perceval, one of the most important European directors of today. From Germany also the work of the Deutsches Theater Berlin "Tigermilk" by the acclaimed Polish director Wojtek Klemm, a unique theater in Europe that has developed a Junges DT program focusing on young people and on issues related to today's youth. Then there will be the most awarded show in the Balkans from Croatia -"Hinkemmann" by Ernst Toller, directed by Igor Vuk Torbica, a young and talented director. From Slovenia, "Heros 2.0" is a truly "Millennial" piece by the company Moment Production Maribor. The Italian theater will be represented by Ricci/Forte, the most acclaimed Italian theatrical artists internationally with a new creation entitled “Tamerlain”, and by Nicola Borghesi, young revelation of the Italian theater, founder of the company Kepler - 452 with "The Garden of the Cherry Blossoms" by Anton Chekhov. The Director Pasovic will be present with the Bosnian multi awarded show “What would you give your life for?”, staged with millenials actors of Bosnia Erzegovina and Serbia.

DANCE

Adrienn Hod, considered one of the most innovative and surprising European choreographers, and his ensemble Hodworks in Budapest will present two very different proposals: their latest work

"Sunday" and a solo show for four fantastic"Solos"dancers. Josef Nadj, a legendary European choreographer, will present his new production "Dark Union" at Mittelfest 2018, produced by the famous Slovenian company En Knap.

MUSIC

The classical music of Millennials brings to Mittelfest 2018 a famous clarinetist member of the Berlin Philharmonic Orchestra, Andreas Ottensamer, who will play along with the phenomenal Kelemen Quartet; Francesca Aspromonte, soprano, is a rising Italian star. He will hold a concert with Boris Begelman, an explosive Russian violinist, and Arsenale Sonoro, an international ensemble. Levickis Martynas is a Lithuanian revelation, a virtuoso of the accordionist who is conquering the world's stages. After major successes in Seoul, London, Berlin, Hong Kong, Riga, Vilnius and others, Martynas Levickis and his Mikro Orkestra will play in Cividale del Friuli. Kornel Mundruczo, the most acclaimed Hungarian film and theater director (awarded at the Cannes Film Festival), will present an innovative show proposal that combines classical music with a video and a narration for Schubert's "Winterreise" performed by an excellent orchestra Hungarian - the Danube Orchestra. Another international director - Jasmila Zbanic (Golden Bear for Best Film at the International Film Festival in Berlin) works with Aliser Sijaric, a Bosnian composer, in a multimedia work "RazorWire". Marta Gornicka, the most sought after Polish director, presents her theatrical piece of contemporary music "Hymn to Love", interpreted by a chorus of incredible power. A very special concert will be played by the Ljubljana International Orchestra and by some Italian musicians from the Sarajevo Philharmonic in the concert called "Ragazzidel'99", dedicated to the famous generation of young Italian soldiers of the First World War.

ALL THE REST

One of the innovations of Mittelfest 2018 is the series of concerts of artistic and at the same time popular music. This program will include some of the most exciting artists and groups such as Mudimbi, this year's Sanremo hip-hop revelation; Barcelona Gypsy Balkan Band- a famous band of world music; Dunkelbunt and DJ Dunkelbunt - an Austrian band full of energy and joy; Džambo Augusevi- a Macedonian brass band that made a spectacular concert at the Teatro San Carlo in Naples and Doro Gjat and Carnicats, popular artists of Friuli’s hip-hop with their new work. And again 47 Soul, a hip-hop band formed in London with members from Palestine and Jordan specialized in shamstep style; Simphiwe Danafrom South Africa, a singer from Xhosa who has become one of the main voices in Africa today mixing jazz, soul, blues and gospel.

Info: www.mittelfest.org.

Press officiers: Cristina Savi and Giulia Calligaro, ufficiostampa@mittelfest.org, giulia.calligaro@fastwebnet.it, 349.6095623

....