....

Le piazze, spazi d’incontro. Le strade, percorsi di transito. Gli edifici monumentali, simboli della comunità.
Fin dalla prima edizione di Mittelfest, i luoghi esemplari della città sono stati investiti del ruolo di luoghi per lo spettacolo.
Tessuto urbano e tessuto scenografico si sono sovrapposti.

Lo si intuisce nei segni preparatori che l’architetto Boris Podrecca tracciava nel 1991 sulla pianta topografica di Cividale. Cividalese d’origine, di lingua slovena, nato a Belgrado e cresciuto a Trieste, affermatosi professionalmente a Vienna, Stoccarda e Venezia, Podrecca era stato incaricato di vestire teatralmente la città per la prima edizione del festival.

In realtà ne scoprì la vocazione scenica. Con talento da urbanista, di Cividale aveva individuato il cuore e gli attraversamenti: percorsi ragionati per il movimento del pubblico e la collocazione degli allestimenti. Con ancora maggior chiarezza, l’intuizione si manifesterà più tardi, nelle edizioni successive a quella inaugurale.

..

Capital city of Italy’s fi rst Lombard duchy, treasurehouse of art as a UNESCO world heritage site, meeting place for Latin, Slav and Germanic peoples and cultures. A borderland waiting to be discovered. A natural beauty stretching from the Alps to the Adriatic lagoons. And a prestigious tradition of food and wine. Founded on the Natisone river, fl owing under the Devil’s Bridge, Cividale is itself a “city of water”. Mittelfest is a great opportunity, not to be missed, to visit this Italian gem, projected towards the East, where culture is combined with a pleasant, relaxing, and friendly environment.

www.cividale.com
www.cividale.net

....

Quando il ponte e il greto del fiume, gli edifici medievali, le strette vie del centro storico, anche gli snodi di una Cividale ottocentesca e moderna, e soprattutto il paesaggio, cominceranno a diventare attori per Mittelfest. E attore, anno dopo anno, sarà anche il pubblico, trasformato in interprete di eventi fuori dell’ordinario, comparsa e figurante in quella animata scena di gruppo che sono le manifestazioni festivaliere, ma anche soggetto, poiché lo spettacolo all’aperto spesso impone ruoli diversi a chi recita e a chi assiste.

Gli edifici teatrali sono fatti per scomparire all’occhio dello spettatore una volta che la rappresentazione, la performance, o il concerto diventino protagonisti. Tutta l’attenzione si concentra là, sul palcoscenico. Diversamente, una città scena, qual è stata in oltre 20 anni Cividale, entra in rapporto diretto con l’avvenimento che ospita, e questo colloquio tocca il momento più intenso in occasione degli spettacoli all’aperto. Allora arte performativa e architettura, urbanistica e evento si parlano e si valorizzano reciprocamente.

www.cividale.com
www.cividale.net