MENOCCHIO

[:it]da un’idea di Renato Miani, liberamente ispirata a Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg e Domenico Scandella detto Menocchio di Andrea Del Colmusica Renato Miani libretto Francesca Tuscano regia, scene, costumi Ivan Stefanutti coreografie Fausta Mazzucchelli disegno luci Claudio Schmid maestro collaboratore e assistente alla direzione Roberto Brandolisio collaboratori Alessio Domini e Cristina De Cillia

maestro direttore e concertatore EDDI DE NADAI

Interpreti Gabriele Ribis, baritono, Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio Branko Robinšak, tenore, pre Odorico Vorai, pievano di Montereale Nicholas Isherwood, basso, Inquisitore Elena Biscuola, mezzosoprano, moglie di Menocchio

Giorgio De Fornasari (pre Giovanni Merchiori), Claudio Zinutti (primo uomo), Roberto Lizzio (secondo uomo) inoltre Andrea Braida (Marchiò), Daniele Copetti (terzo uomo), Marco Della Mora (quarto uomo), Aldo Paron (frate)

corpo di ballo Claudio Gasparini, Ornella Germano, Giada Agazzi, Stefania Ciroi, Bruno Forte, Pietro Boer

Mitteleuropa Orchestra Tomas Kadlubiec (violino 1), Ingrid Shllaku (violino 2), Margherita Cossio (viola), Antonio Merici (violoncello 1), Massimo Favento (violoncello 2), Paolo Mazzoleni (contrabbasso), Enrico Cossio (oboe e corno inglese), Davide Argentiero (clarinetto), Elena Paroni (clarinetto e clarinetto basso), Giorgio Bellò (fagotto e controfagotto), Mauro Verona (corno 1), Alessandra Rodaro (corno 2), Diego Cal (tromba), Giulio Dreosto (trombone basso), Denis Zupin (timpani e strumenti a percussione), Cristina Di Bernardo (arpa)

Coro del Friuli Venezia Giulia maestro del coro Cristiano Dell’Oste soprani: Patrizia Chittaro, Barbara Codutti, Mevania Modugno, Tamara Corsano, Loredana Meneghelli, Cristina Fontanin, Debora Renzini, Monica Mosolo alti: Simona Cois, Milly Dorlini, Ilaria Tuniz, Graziella Salis, Giulia Tonero, Sara Grassi, Giulia Pagnutti, Donatella Gorasso, Laura Fedrigo tenori: Claudio Zinutti, Fulvio Trapani, Lidiano Contento, Fabio Cassisi, Franco Pellegrini, Dimitri Munini, Peter Gus bassi: Roberto Lizzio, Giorgio de Fornasari, Federico Monti, Francesco Corsi, Stefano Corsano, Franco Stringaro, Paolo Cevolatti, Marco Feruglio, Ugo Mancini, Renato Vicedomini

realizzazione delle scene Teatro Sociale di Rovigo assistente ai costumi Stefano Nicolao

durata 75’

08Crup-2-2 raiFVG[:en]da un’idea di Renato Miani, liberamente ispirata a Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg e Domenico Scandella detto Menocchio di Andrea Del Col musica Renato Miani libretto Francesca Tuscano regia, scene, costumi Ivan Stefanutti coreografie Fausta Mazzucchelli disegno luci Claudio Schmid maestro collaboratore e assistente alla direzione Roberto Brandolisio collaboratori Alessio Domini e Cristina De Cillia

maestro direttore e concertatore EDDI DE NADAI

Interpreti Gabriele Ribis, baritono, Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio Branko Robinšak, tenore, pre Odorico Vorai, pievano di Montereale Nicholas Isherwood, basso, Inquisitore Elena Biscuola, mezzosoprano, moglie di Menocchio

Giorgio De Fornasari (pre Giovanni Merchiori), Claudio Zinutti (primo uomo), Roberto Lizzio (secondo uomo) inoltre Andrea Braida (Marchiò), Daniele Copetti (terzo uomo), Marco Della Mora (quarto uomo), Aldo Paron (frate)

corpo di ballo Claudio Gasparini, Ornella Germano, Giada Agazzi, Stefania Ciroi, Bruno Forte, Pietro Boer

Mitteleuropa Orchestra Tomas Kadlubiec (violino 1), Ingrid Shllaku (violino 2), Margherita Cossio (viola), Antonio Merici (violoncello 1), Massimo Favento (violoncello 2), Paolo Mazzoleni (contrabbasso), Enrico Cossio (oboe e corno inglese), Davide Argentiero (clarinetto), Elena Paroni (clarinetto e clarinetto basso), Giorgio Bellò (fagotto e controfagotto), Mauro Verona (corno 1), Alessandra Rodaro (corno 2), Diego Cal (tromba), Giulio Dreosto (trombone basso), Denis Zupin (timpani e strumenti a percussione), Cristina Di Bernardo (arpa)

Coro del Friuli Venezia Giulia maestro del coro Cristiano Dell’Oste soprani: Patrizia Chittaro, Barbara Codutti, Mevania Modugno, Tamara Corsano, Loredana Meneghelli, Cristina Fontanin, Debora Renzini, Monica Mosolo alti: Simona Cois, Milly Dorlini, Ilaria Tuniz, Graziella Salis, Giulia Tonero, Sara Grassi, Giulia Pagnutti, Donatella Gorasso, Laura Fedrigo tenori: Claudio Zinutti, Fulvio Trapani, Lidiano Contento, Fabio Cassisi, Franco Pellegrini, Dimitri Munini, Peter Gus bassi: Roberto Lizzio, Giorgio de Fornasari, Federico Monti, Francesco Corsi, Stefano Corsano, Franco Stringaro, Paolo Cevolatti, Marco Feruglio, Ugo Mancini, Renato Vicedomini

realizzazione delle scene Teatro Sociale di Rovigo assistente ai costumi Stefano Nicolao

durata 75’

08Crup-2-2raiFVG[:de]da un’idea di Renato Miani, liberamente ispirata a Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg e Domenico Scandella detto Menocchio di Andrea Del Col musica Renato Miani libretto Francesca Tuscano regia, scene, costumi Ivan Stefanutti coreografie Fausta Mazzucchelli disegno luci Claudio Schmid maestro collaboratore e assistente alla direzione Roberto Brandolisio collaboratori Alessio Domini e Cristina De Cillia

maestro direttore e concertatore EDDI DE NADAI

Interpreti Gabriele Ribis, baritono, Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio Branko Robinšak, tenore, pre Odorico Vorai, pievano di Montereale Nicholas Isherwood, basso, Inquisitore Elena Biscuola, mezzosoprano, moglie di Menocchio

Giorgio De Fornasari (pre Giovanni Merchiori), Claudio Zinutti (primo uomo), Roberto Lizzio (secondo uomo) inoltre Andrea Braida (Marchiò), Daniele Copetti (terzo uomo), Marco Della Mora (quarto uomo), Aldo Paron (frate)

corpo di ballo Claudio Gasparini, Ornella Germano, Giada Agazzi, Stefania Ciroi, Bruno Forte, Pietro Boer

Mitteleuropa Orchestra Tomas Kadlubiec (violino 1), Ingrid Shllaku (violino 2), Margherita Cossio (viola), Antonio Merici (violoncello 1), Massimo Favento (violoncello 2), Paolo Mazzoleni (contrabbasso), Enrico Cossio (oboe e corno inglese), Davide Argentiero (clarinetto), Elena Paroni (clarinetto e clarinetto basso), Giorgio Bellò (fagotto e controfagotto), Mauro Verona (corno 1), Alessandra Rodaro (corno 2), Diego Cal (tromba), Giulio Dreosto (trombone basso), Denis Zupin (timpani e strumenti a percussione), Cristina Di Bernardo (arpa)

Coro del Friuli Venezia Giulia maestro del coro Cristiano Dell’Oste soprani: Patrizia Chittaro, Barbara Codutti, Mevania Modugno, Tamara Corsano, Loredana Meneghelli, Cristina Fontanin, Debora Renzini, Monica Mosolo alti: Simona Cois, Milly Dorlini, Ilaria Tuniz, Graziella Salis, Giulia Tonero, Sara Grassi, Giulia Pagnutti, Donatella Gorasso, Laura Fedrigo tenori: Claudio Zinutti, Fulvio Trapani, Lidiano Contento, Fabio Cassisi, Franco Pellegrini, Dimitri Munini, Peter Gus bassi: Roberto Lizzio, Giorgio de Fornasari, Federico Monti, Francesco Corsi, Stefano Corsano, Franco Stringaro, Paolo Cevolatti, Marco Feruglio, Ugo Mancini, Renato Vicedomini

realizzazione delle scene Teatro Sociale di Rovigo assistente ai costumi Stefano Nicolao

durata 75’

08Crup-2-2raiFVG[:fu]da un’idea di Renato Miani, liberamente ispirata a Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg e Domenico Scandella detto Menocchio di Andrea Del Col musica Renato Miani libretto Francesca Tuscano regia, scene, costumi Ivan Stefanutti coreografie Fausta Mazzucchelli disegno luci Claudio Schmid maestro collaboratore e assistente alla direzione Roberto Brandolisio collaboratori Alessio Domini e Cristina De Cillia

maestro direttore e concertatore EDDI DE NADAI

Interpreti Gabriele Ribis, baritono, Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio Branko Robinšak, tenore, pre Odorico Vorai, pievano di Montereale Nicholas Isherwood, basso, Inquisitore Elena Biscuola, mezzosoprano, moglie di Menocchio

Giorgio De Fornasari (pre Giovanni Merchiori), Claudio Zinutti (primo uomo), Roberto Lizzio (secondo uomo) inoltre Andrea Braida (Marchiò), Daniele Copetti (terzo uomo), Marco Della Mora (quarto uomo), Aldo Paron (frate)

corpo di ballo Claudio Gasparini, Ornella Germano, Giada Agazzi, Stefania Ciroi, Bruno Forte, Pietro Boer

Mitteleuropa Orchestra Tomas Kadlubiec (violino 1), Ingrid Shllaku (violino 2), Margherita Cossio (viola), Antonio Merici (violoncello 1), Massimo Favento (violoncello 2), Paolo Mazzoleni (contrabbasso), Enrico Cossio (oboe e corno inglese), Davide Argentiero (clarinetto), Elena Paroni (clarinetto e clarinetto basso), Giorgio Bellò (fagotto e controfagotto), Mauro Verona (corno 1), Alessandra Rodaro (corno 2), Diego Cal (tromba), Giulio Dreosto (trombone basso), Denis Zupin (timpani e strumenti a percussione), Cristina Di Bernardo (arpa)

Coro del Friuli Venezia Giulia maestro del coro Cristiano Dell’Oste soprani: Patrizia Chittaro, Barbara Codutti, Mevania Modugno, Tamara Corsano, Loredana Meneghelli, Cristina Fontanin, Debora Renzini, Monica Mosolo alti: Simona Cois, Milly Dorlini, Ilaria Tuniz, Graziella Salis, Giulia Tonero, Sara Grassi, Giulia Pagnutti, Donatella Gorasso, Laura Fedrigo tenori: Claudio Zinutti, Fulvio Trapani, Lidiano Contento, Fabio Cassisi, Franco Pellegrini, Dimitri Munini, Peter Gus bassi: Roberto Lizzio, Giorgio de Fornasari, Federico Monti, Francesco Corsi, Stefano Corsano, Franco Stringaro, Paolo Cevolatti, Marco Feruglio, Ugo Mancini, Renato Vicedomini

realizzazione delle scene Teatro Sociale di Rovigo assistente ai costumi Stefano Nicolao

durata 75’

08Crup-2-2raiFVG[:sl]da un’idea di Renato Miani, liberamente ispirata a Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg e Domenico Scandella detto Menocchio di Andrea Del Col musica Renato Miani libretto Francesca Tuscano regia, scene, costumi Ivan Stefanutti coreografie Fausta Mazzucchelli disegno luci Claudio Schmid maestro collaboratore e assistente alla direzione Roberto Brandolisio collaboratori Alessio Domini e Cristina De Cillia

maestro direttore e concertatore EDDI DE NADAI

Interpreti Gabriele Ribis, baritono, Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio Branko Robinšak, tenore, pre Odorico Vorai, pievano di Montereale Nicholas Isherwood, basso, Inquisitore Elena Biscuola, mezzosoprano, moglie di Menocchio

Giorgio De Fornasari (pre Giovanni Merchiori), Claudio Zinutti (primo uomo), Roberto Lizzio (secondo uomo) inoltre Andrea Braida (Marchiò), Daniele Copetti (terzo uomo), Marco Della Mora (quarto uomo), Aldo Paron (frate)

corpo di ballo Claudio Gasparini, Ornella Germano, Giada Agazzi, Stefania Ciroi, Bruno Forte, Pietro Boer

Mitteleuropa Orchestra Tomas Kadlubiec (violino 1), Ingrid Shllaku (violino 2), Margherita Cossio (viola), Antonio Merici (violoncello 1), Massimo Favento (violoncello 2), Paolo Mazzoleni (contrabbasso), Enrico Cossio (oboe e corno inglese), Davide Argentiero (clarinetto), Elena Paroni (clarinetto e clarinetto basso), Giorgio Bellò (fagotto e controfagotto), Mauro Verona (corno 1), Alessandra Rodaro (corno 2), Diego Cal (tromba), Giulio Dreosto (trombone basso), Denis Zupin (timpani e strumenti a percussione), Cristina Di Bernardo (arpa)

Coro del Friuli Venezia Giulia maestro del coro Cristiano Dell’Oste soprani: Patrizia Chittaro, Barbara Codutti, Mevania Modugno, Tamara Corsano, Loredana Meneghelli, Cristina Fontanin, Debora Renzini, Monica Mosolo alti: Simona Cois, Milly Dorlini, Ilaria Tuniz, Graziella Salis, Giulia Tonero, Sara Grassi, Giulia Pagnutti, Donatella Gorasso, Laura Fedrigo tenori: Claudio Zinutti, Fulvio Trapani, Lidiano Contento, Fabio Cassisi, Franco Pellegrini, Dimitri Munini, Peter Gus bassi: Roberto Lizzio, Giorgio de Fornasari, Federico Monti, Francesco Corsi, Stefano Corsano, Franco Stringaro, Paolo Cevolatti, Marco Feruglio, Ugo Mancini, Renato Vicedomini

realizzazione delle scene Teatro Sociale di Rovigo assistente ai costumi Stefano Nicolao

durata 75’

08Crup-2-2raiFVG[:]