LEV

ideazione Glen BlackhallRiccardo FaziMassimo Troncanettiregia Claudia Sorace drammaturgia / suono Riccardo Fazi realizzazione scena Massimo Troncanetti vestiti Fiamma Benvignati  con Glen Blackhall Irene Petris, canto; Marco Guazzone, pianoforte produzione Muta Imago Abbiamo costruito uno spettacolo sullo sguardo di Lev Zasetsky, un paziente di Alexander Lurja, il celebre neuropsichiatra russo. Lavoravamo e ci chiedevamo in continuazione: cosa ha a che fare con noi la storia di un soldato russo che a seguito di una ferita alla testa, perde la capacità di ricordare? Perchè continuiamo a leggere e rileggere le pagine di un diario che parlano di una vita intera passata a combattere nel tentativo di ricostruire un' identità ?