Back to All Events

Una breve guida per futuri funamboli..A Brief Guide to the Prospective Tightrope Walkers

  • Piazza Paolo Diacono Cividale del Friuli Italy (map)
aerialistrHD@StavrosHabakisforOnassisStegi-37.JPG

(Grecia)..(Greece)


....

drammaturgia Vicky Georgiadou 

da Le funambule - Le condamné à mort di Jean Genet

con George Kastanos, Vassilki Maltsaki, Stathis Markopoulos, Anneta Stefanopoulou, Maria Fountouli 

burattini Ayusaya Puppet Theater

Regia, scena, costruzioni burattini: Stathis Markopoulos (Ayusaya Puppet Theatre)

movimento Antonis Koutroumbis/ Gruppo Plefsis

musica originale George Kastanos

Produzioine esecutiva Delta Pi

Country in focus – Grecia: spettacolo presentato con il sostegno di Onassis Stegi

Evento Mittelfest selezionato per il Premio Internazionale Teresa Pomodoro – Spazio Teatro No’hma

Teatro di figura, prima nazionale

..

dramatisation Vicky Georgiadou 

from Le funambule - Le condamné à mort by Jean Genet

with George Kastanos, Vassilki Maltsaki, Stathis Markopoulos, Anneta Stefanopoulou, Maria Fountouli 

puppets Ayusaya Puppet Theater

direction, scenes, puppet construction Stathis Markopoulos

movement Antonis Koutroumbis/Gruppo Plefsis

original music George Kastanos

produced by Onassis Stegi

Country in focus – Greece: Mittelfest event supported by Onassis Stegi

International Award: Teresa Pomodoro - Spazio Teatro No’hma a Mittelfest

Puppet theatre, Italian première

....


....

Un teatro di marionette moderno e lirico, per gli adulti e per i più piccoli, con musica dal vivo e una visione scenica completamente nuova. Una breve guida per futuri sonnambuli è stato prodotto di recente da Onassis Stegi di Atene per pubblico normale, studenti o pubblico anticonvenzionale come detenuti, anziani, malati cronici, persone costrette a risiedere in centri di riabilitazione, e per tutti coloro che non sono in grado di accedere facilmente alle sale teatrali o che si trovano in aree remote.

Il messaggio che ci viene dato e che siamo davvero tutti ‘funamboli’, quindi degni di raggiungere la libertà, come scriveva già lo scrittore e drammaturgo francese Jean Genet nel suo famoso manifesto lirico Le funambule (The tightrope walker, 1955), che ha ispirato questa performance del Teatro dei burattini Ayusaya. 

Gli attori che danno vita alle marionette, i musicisti e i ballerini rendono vivi questi pupazzi fatti a mano, traendo ispirazione dalle istruzioni di Genet per il funambolo Abdallah Bentaga, al quale ha dedicato il suo saggio allegorico, invitandoci a scoprire l'artigiano-artista dentro noi tutti e a rispondere in modo creativo alle sfide che ci pone la non sempre semplice arte di vivere. 

“In questa performance, il celebre testo di Jean Genet, che affronta il rapporto di un essere umano con il suo sé liberatorio e il tentativo di raggiungerlo, viene presentato al pubblico attraverso le marionette. Perché? Perché le marionette come oggetti senz'anima, e i loro animatori come loro servitori invisibili, sono esseri leggendari che conoscono meglio di chiunque altro il gioco tra la vita e la morte. Le marionette sono progettate e costruite fin dall'inizio per essere come sono e sacrificano le loro brevi vite per la nostra gioia”, spiega il regista Stathis Markopoulos.

Stathis Markopoulos ha studiato al Dipartimento di teatro alternativo e teatro di figura presso l'Accademia delle arti dello spettacolo di Praga, e ha svolto il suo apprendistato in laboratorio e nelle esibizioni di strada della compagnia spagnola Marionétas del Matadero. È stato attivo professionalmente in Grecia e all'estero sin dalla fondazione del teatro delle marionette Ayusaya, nel 1992, con le sue produzioni, ma collaborando anche con altre compagnie. 'Ayusaya' è ciò che alla festa di Carnevale a Arta, nell’Epiro, urlavano in passato, e significa qualcosa come "Carica!".

Le marionette dello spettacolo sono ispirate ai dipinti dell'artista colombiano Fernando Botero, al tradizionale teatro di marionette giapponesi Bunraku e alla tradizione europea di Punch e Judy.

www.onassis.org

www.ayusaya.blogspot.org

..

A modern musical puppet theatre, for adults and children alike, with live music and a completely new scenic vision. A Brief Guide for Prospective Tightrope Walkers has recently been staged by Athens producer Onassis Stegi for a regular audience, for students and for unconventional audiences such as convicts, the elderly, the chronically ill, people confined to rehabilitation centres and anybody unable to gain access to theatre venues or living in remote areas. 

The message for the public is that we are all tightrope walkers – that is to say worthy of freedom, as stated by French novelist and playwright Jean Genet in his famous essay Le funambule (The tightrope walker, 1955), on which this Ayusaya Puppet Theatre performance is based. The puppeteers, musicians and dancers bring the hand-made puppets alive, drawing on Genet’s original instructions to tightrope-walker Abdallah Bentaga, to whom his allegorical essay is dedicated, urging us to discover the artisan-artist within us and respond creatively to the challenges presented to us by the rarely simple art of living. 

Director Stathis Markopoulos explains. “In this performance, Jean Genet’s famous text, which addresses the human being’s relationship with his liberating self and the attempt to reach it, is presented to the public by puppets. Why? Because puppets as soulless objects, and puppeteers as their invisible servants, are legendary beings which know better than anyone else the game of life and death. From the very beginning they are designed and built to be what they are and sacrifice their short lives for our joy.”

Stathis Markopoulos studied at the Department of Alternative and Puppet Theatre at the Prague Academy of Performing Arts, and served his apprenticeship in workshops and street performances with the Spanish company Marionétas del Matadero. He has been working with his own productions in Greece and elsewhere since the foundation of the Ayusaya Puppet Theatre in 1992, but also collaborates with other companies. “Ayusaya” is a shout that was heard in times past at Carneval celebrations in Arta, Epirus. It means something similar to “Charge!”

The puppets used in the performance are based on paintings by Colombian artist Fernando Botero, on the traditional Japanese Bunraku puppet theatre and on the European Punch and Judy tradition. 

www.onassis.org

www.ayusaya.blogspot.org

....

Earlier Event: July 13
Giselle
Later Event: July 14
De culpa sonoris