Back to All Events

AnΩnymo

  • Teatro Ristori Cividale del Friuli Italy (map)
Anonymo@Andreas Simopoulos (5).jpg

(Grecia)..(Greece)


....

ideazione e coreografia Tzeni Argyriou,

con Hermes Malkotsis, Dimitra Mertzani, Konstantinos Papanikolaou, Ioanna Paraskeuopoulou, Stavroula Siamou, Nancy Stamatopoulou, Dimitris Sotiriou

drammaturgia Miguel Angel Melgares

scenografia Vassilis Gerodimos

musiche originali & sound design Pepe Garcia Rodriguez

disegno luci Vangelis Mountrichas

ingegnere luci Stavros Kariotoglou

costumi Ioanna Tsami

ingegnere del suono Ilias Flammos

production design Konstantinos Sakkas

assistente alla coreografia e alla produzione Danai Giannakopoulou

produzione & Touring Management Delta Pi

prodotto da Onassis Stegi, Rencontres Internationales, Kalemata international Dance Festival, con il supporto di Isadora Duncan Dance Research Center

Country in focus – Grecia: evento Mittelfest sostenuto da Onassis Stegi

Danza, prima nazionale

Durata: 60'

..

design and choreography Tzeni Argyriou,

with Hermes Malkotsis, Dimitra Mertzani, Konstantinos Papanikolaou, Ioanna Paraskeuopoulou, Stavroula Siamou, Nancy Stamatopoulou, Dimitris Sotiriou

dramaturgy Miguel Angel Melgares

set design Vassilis Gerodimos

original music & sound design Pepe Garcia Rodriguez

light design Vangelis Mountrichas

lighting engineer Stavros Kariotoglou

costumes Ioanna Tsami

sound engineer Ilias Flammos

production design Konstantinos Sakkas

assistant to choreography and production Danai Giannakopoulou

production and Touring Management Delta Pi

produced by Onassis Stegi, Rencontres Internationales, Kalemata international Dance Festival, with the support of Isadora Duncan Dance Research Center

Country in focus- Greece, show presented with the support of Onassis Stegi

Dance, Italian première

Duration: 60'

....


....

Quando la tecnologia definisce la nostra vita e le nostre relazioni, non è il momento di cominciare dall'inizio? Un viaggio verso la fonte della danza: un viaggio verso ciò che è “anonimo” ...

Anonymo è più di uno spettacolo di teatro-danza: è un’installazione visiva che usa il linguaggio della danza per raccontare un’epoca. È un viaggio alla sorgente della creazione, dietro un presente in cui la tecnologia domina la nostra vita e le nostre relazioni. Il punto di partenza è il tempo in cui l'arte non era qualcosa creato da individui particolari e che si distinguevano dalla massa, ma una pratica che riuniva le persone e teneva le comunità insieme. 

Lo spettacolo si immerge, dunque, nelle danze e nei modi espressivi di queste società, radicate nel contatto umano, nella coesione di gruppo e nella vita condivisa. E allo stesso tempo ripercorre e rivela dal profondo le nostre vite attuali, attraversando la memoria del corpo, l'esperienza del trascorrere dalle danze tradizionali alla loro completa trasformazione in un idioma di movimento contemporaneo, totalmente scarnificato. Ovvero, dai tempi in cui la rappresentazione di una danza insisteva nel definirsi come "anonima”, cioè di tutti sebbene avesse dei creatori, ponendo le sue radici nei riti di iniziazione e di partecipazione collettiva, a quelli in cui l’Io diventa imperativo, proprio quando i social media lo hanno fatto diventare irreale. 

Mentre la trasformazione delle idee, desideri e memorie in dati codificati sta generando una società che deve fare i conti con la distanza e nuove connessioni emotive, il nuovo lavoro coreografico di Tzeni Argyriou è definito dal contatto umano, dal potere del tocco, dalla gioia della vera condivisione. 

Tzeni Argyriou, apprezzata artista greca, ha studiato nel suo Paese danza e coreografia. Per più di 10 anni ha prodotto spettacoli incentrati sull'integrazione di arti performative con altri generi artistici. Uno dei suoi principali interessi è la creazione di progetti che suggeriscano l'impegno attivo del pubblico. Dopo aver esplorato l’incontro tra l’impatto dei media e la rappresentazione, è attualmente tornata al corpo “analogico” e all'empowerment delle esperienze fisiche collettive.

www.tzeniargyriou.com

..

When technology defines our life and our relations, isn't it time to start anew? A journey towards the source of dance: a journey towards what is " anonymous"... 

Anonymous is more than a theater dance performance: it is a visual installation that uses dance as a language to narrate an era.  It is an journey to the source of creation, behind a present where technology dominates our lives and our human relations.  The starting point is the time when art was not created by particular individuals who stood out from the mass, but it was a practice meant to bring people closer and hold communities together.  

The performance plunges into the dances and the forms of expression of these societies that were rooted in human contact, group cohesion, and shared life.  At the same time it analyzes and reveals our current life from deep within, across the memory of the body and the experience of time passing in traditional dances that transform into a contemporary language of movement stripped to the bone. In other words, it extends from the time when the representation of a dance insisted to be "anonymous" - that is to say belonging to all in spite of having creators - and found its roots in rites of initiations and collective participation, to the time when the Self becomes imperative, just as social media make it unreal.  

While the transformation of ideas, desires and memories into codified data is generating a society that has to deal with distance and new emotional connections, the new choreography by Tzeni Argyriou hinges on human contact, the power of touch, and the joy of true sharing.  

Tzeni Argyriou is a popular artist who studied dance and choreography in her country.   For more than 10 years she produced shows focused on the integration of performing arts with other artistic genres.  One of her main interests is the creation of projects encouraging the active engagement of the public.  After exploring the impact of the media on artistic representation, she has returned to the "analog" body and the empowerment of collective physical experiences. 

www.tzeniargyriou.com

....